Cosenza. Sequestrata un’area edificabile tra Viale Parco e Via Popilia

I Carabinieri Forestali di Cosenza hanno eseguito il sequestro preventivo emesso dal Giudice indagini Preliminari del Tribunale bruzio di un’area edificabile di 7 mila mq di proprietà di una società immobiliare cosentina. L’area posta tra Viale Parco e Via Popilia, il cui valore commerciale è di 4 milioni di euro, è stata oggetto nel mese di maggio di un intervento dei Carabinieri Forestali. In particolare si è accertato durante l’intervento che l’amministratore di una società immobiliare ed alcuni suoi collaboratori stavano procedendo alla combustione di rifiuti depositati ed abbandonati in modo incontrollato sul suolo.

Con tale attività illecita, che sprigionava nell’aria una densa ed intensa colonna di fumo tale da rendere insalubre l’aria di una vasta area del territorio del capoluogo, era stato dato alle fiamme un grosso cumulo di rifiuti su un’area di circa 200 mq tra i quali rifiuti plastici che durante la combustione rilasciano idrocarburi policiclici aromatici – sostanze altamente inquinanti e tossiche. Le fiamme sono poi state spente grazie all’intervento dei Pompieri.

Per tale attività illecita furono identificati i responsabili e deferiti alla competente Procura della Repubblica di Cosenza per il reato di combustione illecita di rifiuti. A termine delle indagini effettuate tramite accertamenti delegati all’Arpacal, Agenzia Regionale Protezione Ambiente, la Procura della Repubblica di Cosenza ha chiesto ed ottenuto dal competente Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari, il sequestro preventivo dell’area, in considerazione che, la norma per la quale sono indagati i responsabili, prevede la confisca obbligatoria in caso di condanna.

Cosenza area posta sotto sequestro

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin