Bologna in un giorno, le cose da vedere in città

165

Bologna è una città facilmente raggiungibile, anche in auto, da Milano, Torino, Firenze ed,  eventualmente in aereo, dalle città meridionali in meno di un’ora e mezza, due ore di volo. Se avete in mente, quindi, di organizzare un week end nella città dotta, tenete d’occhio le offerte di voli low cost per Bologna e leggete la nostra guida per scoprire come organizzare la vostra visita di Bologna in una sola giornata! Se avete a disposizione poche ore per visitare la città di Bologna, un’attenta pianificazione è indispensabile per evitare tempi morti e non rischiare di perdervi la visita di musei e altri luoghi aperti al pubblico che hanno un orario di visita molto rigido. Una delle mete principali, cuore della città, è la fontana del Nettuno, a due passi da Piazza Maggiore, la piazza per eccellenza per tutti i bolognesi veraci. Qui potrete visitare (occhio agli orari di apertura) la basilica di San Petronia (dove si trova la meridiana più grande del mondo) e potrete ammirare il voltone del Podestà, dove potrete giocare al telefono senza fili (leggete le istruzioni e provateci anche voi!). Se avete tempo organizzate una visita al Museo Civico Archeologico di Bologna, che custodisce una serie di reperti egizi di grande prestigio. Sappiate che, come per molti musei, l’ingresso è gratuito la prima domenica di ogni mese. Poco distante sorge il Palazzo dell’Archiginnasio, con le sue meravigliose 30 arcate nel portico interno, e gli splendidi affreschi degli interni. Non perdete per nessun motivo la Sala dello Stabat Mater, con le sue magnifiche librerie. Il Teatro Anatomico, invece, utilizzato per le lezioni di anatomia, risale alla prima metà del 1600 ed è interamente costruito in legno d’abete. Da non perdere il mercato Antico, del quadrilatero, tra le vie Drapperie, Pescherie Vecchie e le altre vie limitrofe. Qui, tutti i giorni si tiene un mercato molto amato dai bolognesi, dove poter acquistare, a poco prezzo, i cibi tipici e prodotti artigianali locali. Pensi a Bologna e vengono in mente le due torri. In poche ore, probabilmente, sarà impossibile riuscire a visitarle dall’interno (si tratta pur sempre di 500 scalini), ma Torre degli Asinelli e Torre Garisanda meritano senz’altro una foto. Per scoprire la Bologna più “umida” recatevi in Via Piella e percorrete le viuzze secondarie, fino ad arrivare a Porta Govese. Attraverso una finestrella potrete scorgere un panorama che ricorda moltissimo Venezia. Un piccolo scorcio, spesso ignorato dai turisti, ma di grande impatto. Prima di andar via non dimenticate di attraversare Piazza Santo Stefano, dove visiterete l’omonima chiesa, anzi le sette chiese. In realtà oggi ne restano solo 4, visitabili, e realizzate in stili molto diversi tra loro.