Catalogna. Madrid manda gli unionisti in piazza ma il referendum si terrà

Sono centinaia le persone scese in strada a Madrid, Barcellona e in altre città della Spagna per manifestare contro il referendum in Catalogna. I manifestanti sventolano bandiere nazionaliste. Uno sparuto gruppo di unionisti a Barcellona si è concentrato in piazza Sant Jaume, dove ha sede  il palazzo del governo locale.

Catalogna: 163 scuole occupate

L’ultima trovata di Madrid non sortisce effetti. Poche centinaia di spagnoli non influiscono sulla voglia della Catalogna di diventare una Nazione indipendente. Intanto i Mossos d’Esquadra hanno effettuato verifiche in 1.300 scuole scelte come seggi elettorali. Al momento il 12% è occupato. La polizia catalana ha informato gli occupanti dell’obbligo di sgomberare entro le 6 di domenica. Il Governo di Barcellona ha previsto 6.249 seggi elettorali in 2.315 scuole in tutta la regione, nonché un dispositivo di 7.235 persone per consentire a 5,3 milioni di catalani di votare al referendum sull’indipendenza.

urne Catalogna

9 su 10 da parte di 34 recensori Catalogna. Madrid manda gli unionisti in piazza ma il referendum si terrà Catalogna. Madrid manda gli unionisti in piazza ma il referendum si terrà ultima modifica: 2017-09-30T14:17:32+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento