Vola a Catania! Le 5 cose da non perdere in città e nei dintorni

146

Catania è una delle mete più apprezzate dai turisti italiani e stranieri per le loro vacanze. Può essere scelta come base, per poter visitare i dintorni, spostandosi per esempio verso nord (Taormina e Acireale), oppure verso sud, per raggiungere Siracusa, Avola e Noto. Oppure essere scelta, magari per un week end, per una visita approfondita della città e delle tante meraviglie che cela al suo interno. Catania è anche sede di uno degli aeroporti principali della Sicilia, e per questo viene spesso, a torto, utilizzata solo come scalo per raggiungere altre zone dell’isola. Avendo però un paio di giorni di tempo l’ideale è poterla visitare in tutta tranquillità, dedicandosi se non altro alle mete principali e maggiormente turistiche. Del resto i voli economici per Catania non mancano e, con un po’ di attenta pianificazione, sarà possibile includere la città nel nostro percorso di visita. Ma quali sono le cose più importanti da vedere a Catania e dintorni? Ecco un brevissimo elenco che, ci auguriamo, potrà fornirvi qualche spunto utile.

  1. Impossibile non partire proprio con il cuore della città, Piazza Duomo. Qui potrete ammirare numerosi edifici in stile barocco, tra cui per l’appunto proprio il Duomo di Catania, la cui facciata è opera di Giovanni Battista Vaccarini.
  2. Probabilmente in un paio di giorni non riuscirete a visitare per intero la città, e allora, se è bella stagione e amate i borghi marinari, recatevi senza indugio a San Giovanni Li Cuti, che dista circa 10 minuti in auto da Catania. Il porticciolo è affascinante e cenare in riva al mare è un’esperienza da non mancare.
  3. Torniamo a Catania, questa volta però sottoterra! La città del 500 infatti si estende nel sottosuolo. Uno degli accessi principali è nei pressi di Piazza Stesicoro. Qui avrete la possibilità di vedere la città cinquecentesca prima che, nel 1693, venne seppellita durante un’eruzione vulcanica del vicino Etna. A proposito, se avete tempo la visita all’Etna è assolutamente consigliata.
  4. Da visitare è il Castello Ursino, uno dei luoghi più amati dagli stessi catanesi. Oggi il castello, utilizzato anche come parlamento e residenza degli Aragona, è sede del museo civico di Catania. Sono visitabili, al momento, il piano terra, il cortile e alcune sale del primo piano. È possibile prenotare visite guidate secondo il calendario presente sul sito ufficiale.
  5. Infine come non citare il teatro romano e l’anfiteatro? Il primo è situato nei pressi di Piazza San Francesco, e fino a 40 anni fa era utilizzato per spettacoli estivi all’aperto. Oggi è quasi interamente visitabile, a differenza però dell’anfiteatro che sorge nel cuore del centro storico della città, un tempo adibita a necropoli.