La Roma torna alla vittoria in trasferta in Champions: mancava dal 3 novembre 2010

Sfatato un tabù. La Roma vince in trasferta in Champions League. Raggiunge la vittoria che mancava dal 3 novembre 2010. Una squadra brutta da vedere si impone 2-1 sul Qarabag con gol di Manolas e Dzeko, seguito poi dal gol di Henrique. Di Francesco cambia 5 titolari rispetto alla sfida con l’Udinese. Gli azeri sono modesti soprattutto in fase di pressing. Gli italiani vincono con il fiatone.

 

La Roma passa al 7′ passa. Sehic esce in modo non perfetto, la palla finisce a Pellegrini che tira verso la porta, ma sulla sua conclusione è in agguato Manolas, abile a metterci la testa e a battere il portiere bosniaco. Dopo 8 minuti la Roma raddoppia. Al 15′ El Shaarawy serve Dzeko. Il centravanti si libera del marcatore e batte il portiere avversario con una tiro sotto la traversa, segnando il 10° gol in Champions League in carriera e il 7° stagionale in 7 gare. Ma Henrique solo davanti ad Alisson accorcia le distanze. La rete tira il morale azero ma i padroni di casa non riescono a fare molto di più. Al 44′ della ripresa la Roma rischia di essere raggiunta da un colpo di testa di Ndlovu. La brutta prestazione di Baku apre tanti interrogativi.

Edin Dzeko

Lascia un commento