Pinotti: “Sono state fatte cose gravissime, contro le regole e contro l’etica dei carabinieri”

Per il ministro della Difesa, Roberta Pinotti “sono state fatte cose gravissime, contro le regole e contro l’etica dei Carabinieri. Non ci sono attenuanti. Il primo atto è stata la sospensione ma penso si debba andare oltre”. E’ quanto ha dichiarato l’esponente del Governo Gentiloni parlando dei due militari accusati di stupro da due studentesse statunitensi a Firenze. “Bisogna far lavorare le inchieste, ma di fronte a fatti del genere bisogna mettere in atto le azioni più forti e nette”, ha ribadito.

Roberta Pinotti

Oggi in Procura è stato sentito per un’ora l’altro militare accusato insieme a un collega della violenza sessuale alle due ragazze straniere. Il carabiniere scelto si è presentato in autonomia dal pm Ornella Galeotti, lo stesso magistrato che si occupa dell’inchiesta e da cui era andato nei giorni scorsi, il collega co-indagato nella stessa vicenda, un appuntato dell’Arma.

Lascia un commento