Roma. Lotta agli sprechi ed efficienza per uscire dall’emergenza acqua

La sindaca Virgina Raggi rilancia Acea e punta ad una differente gestione delle risorse idriche improntata sulla lotta agli sprechi e sull’efficienza. Il primo obiettivo è quello di diminuire le perdite sulla rete consentendo un recupero medio di 1.160 litri di acqua al secondo prima dispersa. Ne ha parlato la prima cittadina insieme all’assessora Pinuccia Montanari.

Roma. Lotta agli sprechi ed efficienza per uscire dall'emergenza acqua

Controlli sulla rete di Roma

Controllati il 78% degli impianti ed individuati 1.445 casi di perdita, di cui 1.140 già sanati. La rete idrica è stata ispezionata su un’estensione pari al 98%, azione che ha consentito di scongiurare il calo di pressione in orario notturno. Sono stati investiti 5 milioni per eliminare le perdite e sistemare le infrastrutture. Avviato il via il piano di riduzione di perdite, un’azione massiccia che si svilupperà nell’arco di tutto il 2018.

Roma Capitale ha dato mandato ad Acea di avviare una politica aziendale per ridurre gli sprechi, tutelare i cittadini e salvaguardare il bene comune più prezioso: l’acqua”. Lo ha ribadito la Raggi. “Le precedenti gestioni aziendali erano interessate soltanto a questioni che non producevano alcuna ricaduta effettiva sull’utenza: basti pensare che in passato sono stati spesi 7 milioni di euro soltanto per tracciare il nuovo logo societario. Ora, invece, si volta davvero pagina con un piano di risanamento infrastrutturale senza precedenti”.

Lascia un commento