Voleva avvelenare la rete idrica in Vaticano: espulso marocchino

Marco Minniti ha firmato un provvedimento per l’espulsione di marocchino di 37 anni motivandolo con motivi di sicurezza dello Stato. Il nordafricano è detenuto per reati comuni.

In cella ha manifestato il proprio compiacimento in occasione dell’attentato al Museo del Bardo di Tunisi, e aveva aggiunto che non avrebbe avuto difficoltà ad entrare nello Stato Vaticano per compiere atti violenti e ad avvelenare la rete idrica.

Isis

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento