Segrate. Il laghetto artificiale restituisce il corpo di un ventenne

A poche decine di metri dalla riva è riemerso il corpo dell’uomo di 28 anni che nella notte tra sabato e domenica si è tuffato nelle acque di un laghetto artificiale a Segrate.

Il corpo senza vita dell’ucraino è stato rinvenuto nel corso delle ricerche dei vigili del fuoco e dei militari della compagnia di San Donato Milanese.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento