La Libia “non è un Paese di origine dei migranti”

Il premier Al Sarrraj ha precisato che la Libia “non è un Paese di origine dei migranti”, ma “una vittima” della “piaga” degli scafisti. Lo ha detto in conferenza stampa a Parigi.

E’ necessario rafforzare “la Guardia Costiera libica per fronteggiare le bande di criminali” trafficanti di esseri umani. Sarraj ha chiesto aiuto ai leader presenti al vertice francese sull’immigrazione per sorvegliare “in modo più efficace” i confini meridionali della Libia.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento