Milano. Alessandro Marini morto dopo l’esplosione di un residuo bellico a Vezza d’Oglio

Alessandro Marini, milanese di 35 anni, è morto in seguito all’esplosione di un residuo bellico a Vezza d’Oglio in Valle Camonica. Il trentenne stava armeggiando nel suo garage con l’ordigno trovato nei giorni scorsi sull’Adamello, quando è esploso.

bomba a mano

Marini ha provato ad uscire, ma si è accasciato al suolo ed è morto per le ferite riportate al petto. Sono intervenuti gli artificieri di Milano.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento