Bergamo. Violenza sessuale a Gallipoli: la ragazza ha mentito

Una violenza sessuale inventata da una ragazza di 19 anni di Bergamo che si trova in vacanza a Gallipoli. La giovane ha denunciato di essere stata stuprata da un gruppo di 7 coetanei di Torino nell’immobile che i coetanei hanno preso in affitti.

violenzaIl presunto branco ha negato riferendo che la lombarda ha avuto un rapporto sessuale consenziente con uno solo di loro. I Carabinieri, anche mediante le visite mediche presso l’ospedale Santa Croce, hanno escluso violenza. La giovane ha avuto un rapporto sessuale consensuale ma con un solo ragazzo.

La bergamasca, messa alle strette, ha ritrattato la sua denuncia, accusando però i giovani con cui non ha avuto rapporti sessuali di averla palpata. Circostanza smentita. I militari ipotizzano che la ragazza abbia avuto un rapporto sessuale con uno dei giovani e avrebbe poi chiesto di potersi fermare nell’appartamento. Al rifiuto sarebbe partita la ripicca con la denuncia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bergamo. Violenza sessuale a Gallipoli: la ragazza ha mentito Bergamo. Violenza sessuale a Gallipoli: la ragazza ha mentito ultima modifica: 2017-08-19T18:49:27+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento