Montecchio Emilia. Il nuotatore Mattia Dall’Aglio trovato morto nella palestra di Modena

Choc nel mondo del nuoto per la morte di Mattia Dell’Aglio. Il nuotatore di soli 24 anni è deceduto mentre si stava allenando da solo in palestra, sollevando pesi. Il ventenne di Montecchio Emilia è spirato per cause naturali in una palestra di Modena in via Formigina.

Mattia Dall'Aglio

È stato un Vigile del Fuoco a trovare il corpo di Del’Aglio. L’immediato tentativo di rianimazione non ha dato esito. Il ragazzo è con ogni probabilità deceduto per un infarto.

Dall’Aglio aveva partecipato in passato alle Universiadi in Corea. Il reggiano veniva sottoposto a periodici controlli sanitari. Un amico avrebbe riferito alla polizia che Dall’Aglio soffriva di anemia falciforme, ma questo aspetto deve trovare ancora conferma. Assenti farmaci o altre sostanze.

Muzzarelli in un telegramma: “La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile”

“La scomparsa di un’atleta così giovane lascia un vuoto incolmabile in tutti noi”. Lo scrive il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli in un messaggio di cordoglio inviato alla famiglia di Mattia Dall’Aglio e alla società sportiva dei Vigili del fuoco. Insieme all’assessore allo Sport Giulio Guerzoni, il sindaco ha espresso vicinanza a partecipazione “al vostro dolore in questo momento tragico” anche a nome di tutta la città di Modena.

Lascia un commento