Rimini. Arrestata borseggiatrice incinta al nono mese e del decimo figlio

E’ quasi pronta a partorire il decimo figlio, la bosniaca di 36 anni arrestata dopo avere borseggiato un turista milanese nella stazione di Rimini. Un agente fuori servizio della polizia penitenziaria l’ha sorpresa con la figlia diciassettenne, alla quale aveva passato il portafogli sfilato dalla tasca del turista. La donna risulta essere stata arrestata 19 volte, condannata 42 e avrebbe al suo attivo almeno 40 furti.

Il portafogli rubato conteneva 125 euro in contanti, due carte bancomat con il pin scritto sul retro e due carte di credito. L’agente è intervenuto in tempo per bloccare le due borseggiatrici e restituire la refurtiva.

La bosniaca è comparsa davanti al giudice per il processo in direttissima: ha raccontato di essere a Rimini di passaggio e di vivere in un campo nomadi a Roma. Convalidato il provvedimento e rinviato il processo, la donna è stata visitata in ospedale a Rimini dove è stato preso appuntamento per il parto cesareo. Poi è stata trasferita in carcere a Forlì.

Lascia un commento