Grande commozione per la morte del diciassettenne annegato nel lago di Bracciano

Una gita sul lago di Bracciano si è trasformata in tragedia per una famiglia residente a Roma. Il dramma si è consumato di fronte alla spiaggia di Santo Celso. Un ragazzo di 17 anni si è allontanato dalla riva nell’intendo di riprendere il pallone portato via dalla corrente.

Il cingalese avrebbe accusato un malore mentre tornava a riva con il suo pallone. Ha perso i sensi ed ed è annegato. Il corpo è stato recuperato dal proprietario di una casa nei pressi della spiaggia. L’uomo, sentendo le urla degli amici del minorenne, si è tuffato in acqua per provare a salvarlo.

soccorsi

Ai Carabinieri della stazione di Bracciano sono toccati i rilievi di legge. Il medico legale ha certificato il decesso per annegamento. La salma è stata già riaffidata ai familiari. La notizia si è diffusa rapidamente sui social network generando grande sconforto e mestizia.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento