Nocera Inferiore. Davide Sanzone Giancane ha ucciso Maurizio Fortino per gelosia

Un omicidio aggravato dalla presenza sulla scena di una bimba di 8 anni, figlia dell’assassino. Davide Sanzone Giancane (detto ‘o siciliano in quanto originario di Vittoria) ha accoltellato a morte Maurizio Fortino, infermiere di 52 anni.

Maurizio FortinoL’uomo di 42 anni è stato arrestato dalle forze dell’ordine. E’ accusato di omicidio volontario con l’aggravante di aver commesso un delitto “contro la vita e l’incolumità individuale in presenza di un minore”. Il delitto è avvenuto davanti alla figlia che, insieme alla madre, ha assistito in cucina al colpo mortale sferrato con un coltello. A scatenare la lite la gelosia di Giancane che ha trovato Fortino in casa della sua ex compagna. L’uomo era da poco tornato da Milano e aveva deciso di andare nella casa della donna, in via Origlia a Nocera Inferiore, per vedere la figlia. Ad aprirgli la porta è stata la ex ma quando ha visto l’infermiere è scattata la discussione. Un movente passionale.

Il cinquantenne ferito è salito sulla sua moto. Il quarantenne lo avrebbe anche aiutato ad arrivare sino al mezzo (secondo il racconto del siciliano). Fortino ha perso i sensi mentre guidava. Soccorso da un automobilista, è arrivato in ospedale ma è morto.

L’aggressore è tornato a casa lasciando un indumento macchiato di sangue. Si è dato una ripulita, poi è tornato verso casa dell’ex moglie dove è stato arrestato. Messo davanti all’evidenza pare che l’uomo abbia confessato.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento