Pericolosità sociale. A Novara e Torino espulsi due nordafricani

Un marocchino di 50 anni e un tunisino di 53 anni sono stati espulsi dall’Italia per motivi di pericolosità sociale. Lo comunica il Viminale.

Isis

Il tunisino, abitante a Novara, era stato segnalato dai servizi di Intelligence per la sua deriva radicale sotto il profilo religioso. Aveva manifestato un’ingiustificata insofferenza verso l’Italia e l’Occidente.

Il marocchino era il referente a Torino di un presunto estremista libico sospettato di aver introdotto esplosivi in Gran Bretagna.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento