Choc all’ospedale di Casale. Il dottore Andrea Juvara ucciso dal collega Massimiliano Ammenti

Entrambi in servizio al Dipartimento di emergenza dell’ospedale Santo Spirito di Casale Monferrato. Il corpo di Andrea Juvara, 47 anni, è stato rinvenuto in camera da letto dell’immobile dove abitava, da solo, nella frazione San Martino di Rosignano, a pochi chilometri da Casale. Dieci fendenti in un fianco e una pozza di sangue intorno.

Arrestato Massimiliano Ammenti

(leggi qui)

Massimiliano Ammenti

Il medico di 51 anni è stato portato in carcere. E’ accusato dell’omicidio del collega. A muovere la furia omicida sarebbero state le battute acide che Juvara pronunciava nei suoi confronti. A insospettirsi erano stati i colleghi del reparto di Rianimazione perché il dottor Andrea Juvara non aveva preso servizio. Qualche telefonata, nessuna risposta. Poco dopo lo hanno trovato, in camera da letto, esanime. Da subito si è compreso che si trattava di omicidio. Poi la svolta con l’arresto del dottore Massimiliano Ammenti.

Lascia un commento