Mestre. L’assassino abitava nell’appartamento di via Abruzzo

L’autore del duplice omicidio di Mestre si è consegnato alla Polizia senza opporre resistenza. Prima di uccidere la coppia, il presunto assassino avrebbe provato a narcotizzare l’italiano e la russa, bastonando l’uomo. L’omicida sarebbe in stato confusionale.

omicidio

L’omicida abitava nell’appartamento

L’assassino viveva nell’immobile di via Abruzzo dove si è consumata la tragedia pare per motivi passionali. L’immobile dove è avvenuto il duplice omicidio è posto al primo piano di un edificio su 4 livelli.

L’assassino si sarebbe invaghito della russa. Avrebbe invitato sabato sera a cena la coppia. A fine serata avrebbe provato a drogarli e poi sarebbe scattata la furia omicida.

I vicini non si sarebbero accorti di nulla. Il presunto omicida viene descritto con una persona taciturna e molto tranquilla.

Segui tutta la vicenda nell’edizione Veneto.

Lascia un commento