Renzi: “Non è un partito personale quando due milioni di persone vanno a votare”

“Grazie ai volontari” e “un grazie a Orlando e Emiliano“. Matteo Renzi è raggiante dopo l’acclamazione popolare a segretario del suo Partito. L’ex Premier risponde alle accuse di avere snaturato il Pd: “non è un partito personale quando due milioni di persone vanno a votare”.

Il segretario parla del voto al quale il partito deve arrivare “più forte e radicato”. “Si deve togliere l’Italia dalla palude. Non è una rivincita. ora si apre una pagina nuova” rivendica il leader dem.

Matteo Renzi

Lascia un commento