Giuramento solenne del 19° corso “Saldezza” alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito

Viterbo. Il 21 aprile 2017, con inizio alle ore 10.30, ha avuto luogo, presso la Scuola Sottufficiali dell’Esercito di Viterbo, la cerimonia di giuramento del 19° Corso “Saldezza”. Gli Allievi Marescialli hanno gridato “LO GIURO!” alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico, del Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, del Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Claudio BERTO, e delle principali autorità civili, religiose e militari. Fra queste ultime, giova evidenziare la presenza del Prefetto di Viterbo, dott. Nicolò Marcello D’ANGELO, del Sindaco del capoluogo della Tuscia, ing. Leonardo MICHELINI, e del Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, prof. Alessandro RUGGIERI. Inoltre, a sugellare ancora una volta lo storico legame con le tradizioni militari, hanno preso parte all’evento le rappresentanze e i Labari dell’Istituto del Nastro Azzurro e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma insistenti nella provincia di Viterbo.

A testimoniare l’importanza di valori fondamentali per il soldato dell’Esercito come la lealtà, il coraggio e lo spirito di sacrificio, la Medaglia d’Oro al Valor Militare, Tenente Colonnello Gianfranco PAGLIA, che ha rivolto ai futuri marescialli un messaggio augurale.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, rivolgendosi agli Allievi Marescialli del 19° Corso, ha sottolineato l’importanza del giuramento prestato come “l’atto più solenne della vita di un soldato e suggella una scelta che abbraccia ideali non comuni e attribuzioni che vanno ben oltre il ruolo e il grado che rivestirete”. Ha, poi, rivolto l’attenzione sul loro futuro: in qualità di Comandanti di Plotone saranno chiamati a decidere in tempi brevi e spesso in condizioni difficili, pertanto, il percorso formativo punta a “sviluppare in voi doti di leadership e una spiccata attitudine al comando.. essenziali per operare in un molteplicità di scenari imprevedibili sia sul territorio nazionale sia all’estero”.

Il 19° corso, giunto a Viterbo il 3 ottobre 2016, è formato da 205 Allievi Marescialli, tra i quali 14 donne. Gli Allievi hanno potuto giurare in una magnifica cornice formata dai propri familiari e amici che, da più parti d’Italia, hanno voluto essere presenti in un momento così importante per i loro cari.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito, comandata dal Generale di Brigata Gabriele TOSCANI DE COL, ha il compito di formare i Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli qualificati Infermieri Professionali. L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.

Al termine del processo di formazione della durata triennale, gli allievi Marescialli Comandanti di plotone conseguono la laurea in “scienze politiche e delle relazioni internazionali”, presso l’Università degli studi della Tuscia; gli allievi Marescialli qualificati “infermieri professionali”, la laurea in “infermieristica”, presso l’Università “Roma Tor Vergata”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Giuramento solenne del 19° corso “Saldezza” alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito Giuramento solenne del 19° corso “Saldezza” alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito ultima modifica: 2017-04-24T07:26:59+00:00 da Enrico Casale
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento