Avetrana. Michele Misseri trasferito nel carcere di Lecce

Il contadino di Avetrana è stato condannato a 8 anni di carcere per soppressione di cadavere nel processo per l’omicidio della nipote Sarah Scazzi. Michele Misseri è stato trasferito dal penitenziario di Taranto a quello di Lecce.

L’agricoltore è sottoposto a trattamento ordinario e beneficia del regime di socialità. A Taranto sono rinchiuse la moglie Cosima Serrano e la figlia Sabrina Misseri, condannate all’ergastolo.

Lascia un commento