Serie A 27.esima giornata, il pareggio conquistato dal Crotone contro il Sassuolo interrompe la striscia delle cinque sconfitte consecutive ma serve poco per la salvezza

Il vento che ha soffiato per l’intera partita, la necessità di conquistare punti pesanti per una difficilissima salvezza che si allontana sempre di più, lo spessore dell’avversario che in trasferta ha vinto le ultime tre partite, hanno condizionato e non poco la prestazione del Crotone. In presenza di una diversa classifica il punto conquistato oggi dai pitagorici sarebbe stato un risultato positivo. Il risultato di parità, quarto stagionale e primo a rete inviolate, ha avuto il solo effetto di interrompere la striscia delle cinque sconfitte consecutive ed evitare di accumulare la ventesima sconfitta stagionale.  “Il punto me lo prendo – ha dichiarato Nicola in sala stampa – con il rammarico che abbiamo creato diverse azioni da gol non concretizzate. La distanze dalla quartultima si è accorciata e guardiamo avanti pensando che mancano ancora undici gare”. Non c’è stata la vittoria ma ancora una volt ail Crotone ha impedito alla squadra avversaria di esprimersi al meglio e questo è anche merito del tecnico pitagorico che imposta bene il Crotone. Per mister Nicola si è trattato anche del suo quarantaquattresimo compleanno che avrebbe voluto festeggiare con la vittoria.

Il commento di mister Di Francesco:

“Il mio obiettivo non era quello di portarmi a casa un solo punto ma l’intero bottino. Il vento ci ha impedito di giocare per come sappiamo fare con il pallone a terra. Per noi quest’anno è un’annata particolare a causa delle tante continue assenze. Oggi il Sassuolo non mi è piaciuto per come ha approcciato la partita. Politano in coppia con Matri ha fatto bene ma non in fase conclusive”.

Assente per motivi fisici il difensore centrale Claiton, mister Nicola ha potuto contare sulla disponibilità di Ferrari per fine squalifica e schierarlo al centro della difesa al fianco di Ceccherini. Altri cambi nell’undici di casa hanno riguardato Rohden per Acosty, Capezzi in sostituzione di Barberis a centrocampo, Simy al posto dell’attaccante Trotta. Il tecnico emiliano Di Francesco ha dovuto fare a meno dello squalificato Pellegrini e per motivi fisici non schierato inizialmente Defrel (otto gol realizzati) e Aquilani. Al loro posto inseriti rispettivamente Missiroli Mazzitelli e Matri. Giornata molto ventilata che ha disturbato il gioco per l’intera partita, il Crotone l’ha avuto contro il primo tempo e questo ha significato un maggiore spreco di energie. Nessun pericolo per la squadra se si esclude l’errore commesso da Ferrari al ventiduesimo nell’appoggiare il pallone all’indietro costringendo Cordaz ad effettuare una difficile respinta in angolo. Piu’ presente in fase offensiva il Crotone con Falcinelli, Rosi, Simy, Stoian. Il reparto mediano con Rohden, Capezzi, Criserig e il sostegno di Stoian in piu’ occasioni, ha fetto meglio di quello avversario. Le due punte emiliane Matri, Politano pur con il vento a favore non hanno mai impensierito Cordaz e questo e’ stato merito della difesa locale. Ripresa con il Sassuolo che spinge di piu’ tenendo alto il baricentro con Politano, Matri, Berardi. Il pareggio non serve al Crotone. Lo sa bene Nicola che richiama lo spento Simy  per fare posto a Trotta schierandolo al fianco di Falcinelli. Il cambio non sortisce alcun effetto positivo ai fini del successo e il tecnico tenta ancora di cambiare assetto con  l’ingresso di Acosty in sostituzione di Rohden, una punta per un centrocampista. La palla gol tra i piedi di Trotta al minuto ottantacinque ma il giocatore la spedisce oltre la traversa a porta vuota. In precedenza un palo colpito da Ferrari al minuto settantanove. Adesso per la squadra di mister Nicola la retrocessione appare sempre piu’ vicina ma lottare nelle prossime undici partite e’ un dovere per tutta la squadra e sicuramente sara’ così.

Serie A 27.esima giornata, quinto pareggio stagionale del Crotone (primo in assoluto a rete inviolate). Un inutile punto per la salvezza

 

Crotone     0

Sassuolo    0

 

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden (Acosty) Capezzi, Crisetig, Stoian, Simy (Trotta), Falcinelli. All. Nicola

 

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Gazzola, Acerbi, Peluso, Dell’Orco, Missiroli (Aquilani),  Mazzitelli, Duncan, Berardi (Ragusa), Matri (Iemmello), Politano. All. Di Francesco

 

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Coll. Marco Barbanti – Alessio Tolfo

Quarto giudice: Fabrizio Posado di Schio

Add.1 Gian Luca Rocchi – Add.2 Ivano Pezzuto

Ammoniti: Rosi, Ceccherini, Martella,

Angoli: 9 a 8 per il Sassuolo

Recupero: 2 e 3 minuti

Spett. tot. 7.544 € 129.559; biglietti 1.301 € 8.358; abbonati 6.243 rateo 121.174 €

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie A 27.esima giornata, il pareggio conquistato dal Crotone contro il Sassuolo interrompe la striscia delle cinque sconfitte consecutive ma serve poco per la salvezza Serie A 27.esima giornata, il pareggio conquistato dal Crotone contro il Sassuolo interrompe la striscia delle cinque sconfitte consecutive ma serve poco per la salvezza ultima modifica: 2017-03-05T19:04:27+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento