Orlando si candida a segretario del Pd ma non a premier

Due figure distinte e separate. Le propone Andrea Orlando, candidato alla segreteria del Pd. Per l’attuale Ministro della Giustizia il segretario dem non può fare anche il Premier. “Nel momento in cui, dopo dicembre, il sistema maggioritario è venuto meno, è sempre più difficile che il segretario del partito di maggioranza relativa sia anche il premier”. E’ quanto sostiene Orlando.

“Credo sia giusto pensare ad altre figure in grado di guidare il governo ma anche tenere insieme la coalizione”.

Lascia un commento