Trattativa Stato-mafia. Il boss Totò Riina decide di non parlare

Nuovo colpo di scena nel processo sulla “trattativa Stato-mafia“. Il boss Totò Riina ha revocato il consenso a farsi interrogare dal pm. Nella scorsa udienza, invece, informalmente mediante il suo legale, Giovanni Anania, aveva annunciato la volontà di rispondere alla domande.

“Sto male, ho un problema”, ha dichiarato Riina in collegamento dal carcere di Parma.

Lascia un commento