Roma. E’ arrivato l’avviso di garanzia per la Raggi ma lei non si dimetterà

Due pesi e 2 misure tra i grillini. Solo poco tempo addietro un assessore della giunta indagato si è dimesso. Ora che ad essere indagata è la sindaca lo stesso principio non si applica. Virginia Raggi rimane al suo posto. Beppe Grillo ha perfino modificato il regolamento dei 5S aprendo agli indagati. Dov’è finito il giustizialismo pentastellato?

La vicenda Marra

Dovrà comparire in Procura per la nomina di Renato Marra a direttore del dipartimento Turismo, poi revocata. Lo ha annunciato la prima cittadina su Facebook. La Raggi è iscritta nel registro degli indagati. La sindaca ha comunicato la notizia al comico di Genova e ai consiglieri di maggioranza e i membri della giunta “nella massima trasparenza che contraddistingue l’operato del M5S, ora avviso tutti i cittadini”.

Renato Marra

E’ il fratello di Raffaele Marra, ex capo del personale del Comune poi finito in arresto. Sull’episodio la Procura di Roma aveva aperto un fascicolo coordinato dall’aggiunto Paolo Ielo. La Raggi sarà ascoltata il prossimo 30 gennaio.

Lascia un commento