Milano. Uccisa Rossana Belvisi dipendente dell’Inps di via Ripamonti

Un’altra cinquantenne uccisa in città dopo l’omicidio di Baggio. Il delitto è avvenuto in zona Giambellino Lorenteggio in via Coronelli 11. Rosanna Belvisi è stata trovata con una profonda ferita alla gola. La scoperta dell’omicidio è stata fatta dal marito Luigi Messina, guardia giurata, che ha riferito di aver visto la porta aperta e la donna morta. Ha sostenuto di essersi allontanato da casa per una passeggiata. Rossana Belvisi lavorava all’Inps di via Ripamonti. L’allarme è stato dato alle 15 di domenica.

Si verifica la versione del marito Luigi Messina

La Mobile lavora al caso insieme al pm di turno, Gaetano Ruta, procedendo per omicidio. Sotto torchio il marito Luigi Messina per controllare la sua versione dai fatti. La coppia aveva una figlia di 27 anni. A quanto riferiscono i vicini, tra i coniugi, ci sarebbero stati frequenti e furibondi litigi.

“Il marito? Un tipo strano, sempre vestito di nero”. Così i vicini descrivono l’uomo. Gli inquirenti stanno sentendo da ore l’uomo su cui ricadono i maggiori sospetti.

Erano da poco tornati dalla Sicilia

Rosanna Belvisi per anni era stata custode del palazzo dove risiedeva. Quando dal condominio erano stati rimossi i custodi, era stata trasferita negli uffici dell’Inps dove lavorava. I coniugi hanno una figlia, Valentina Messina di 27 anni, che vive con il compagno. La ragazza e il compagno in questo momento si trovano in Svizzera. Le nozze sono in programma per il mese prossimo.

Un vicino ha riferito che la coppia era da poco rientrata dalla Sicilia, dove avevano visitato i parenti. Erano tornati ieri da una vacanza a Pantelleria, dove vive Battista Belvisi, fratello della vittima.

Si cerca l’arma del delitto

Si indaga per omicidio e si cerca l’arma del delitto. La Polizia ha esaminato anche un cestino dei rifiuti sul marciapiede nelle vicinanze dell’appartamento e un oggetto, simile a una garza, trovato a terra come se l’assassino si fosse tagliato e avesse cercato di tamponarsi una ferita al dito.

Fermato il marito della vittima

E’ stato sottoposto a fermo Luigi Messina, marito della vittima (leggi qui gli sviluppi).

Lascia un commento