Il dollaro e l’effetto Trump, il 2017 propizio per operare con i migliori broker forex

E’ iniziato il 2017, un anno carico di aspettative sul fronte economico. Gli indici tendenziali di crescita dell’industria manifatturiera sono positivi su scala globale. Anche il Vecchio Continente fa segnare rialzi sintomo di una ripresa in corso. A trainare sono il dollaro statunitense e l’effetto Trump. Il rialzo dei tassi di interesse USA e il rafforzamento della divisa americana consentono di agevolare la competitività dell’euro e della sterlina britannica.

E’ il momento proprizio per gli investitori di cogliere l’opportunità di investire nell’ottica di trend di mercato positivi. I trader attendevano che i mercati tornassero in fermento e che le prospettive migliorassero per incrementare il volume delle negoziazioni con operazioni di trading online redditizie. Si profila l’opportunità per nuovi investitori di cogliere l’occasione per fare l’esperienza di trading mediante i migliori broker forex. Il mercato valutario è al centro di speculazioni crescenti in questo nuovo anno grazie all’attivismo del dollaro e l’effetto del nuovo presidente USA che si insedierà ufficialmente il 20 gennaio prossimo.

mercati-finanziari

L’eurozona

L’Unione Europea e il Continente nel suo complesso denotano un recupero costante nel tempo come testimoniano i dati del secondo semestre 2016. Anche il Regno Unito, nonostante la Brexit (non ancora effettiva) ha spinto sulla crescita della manifattura.

Il consolidamento del dato europeo trova ristoro nella ripresa su scala mondiale frutto anche dei fondamentali cinesi che sono in aumento spinti dalla competizione crescente con l’economia USA. L’elezione di Donald Trump e le future politiche economiche espansive del mercato interno degli Stati Uniti (attraverso massicci investimenti), a discapito di Pechino, non fanno che rendere la competizione più accesa e stimolare tutte le aree economiche.

Per avere un quadro completo, aggiornato ed attuale degli andamenti valutari, è sempre bene consultare costantemente il web affidandosi a portali qualificati e di settore come www.migliorbrokerforex.net dove reperire informazioni dettagliate sui migliori broker forex, sicuri e che sottostanno alle regole degli istituti di vigilanza finanziaria, attivi sul mercato forex ed opzioni binarie.

Fronte azionario

L’euro è sempre alle prese con un biglietto verde in crescita forte contro tutte le maggiori valute globali. Non sono attesi ad inizio anno scostamenti e pertanto il bilanciamento dei dati fondamentali sia in Ue che negli USA concorrerà al mantenimento del cambio stabile sui minimi di periodo con outlook leggermente ribassista, in attesa di maggiori informazioni nelle prossime sessioni. Gli analisti ritengono che la parità euro dollaro potrebbe verificarsi entro la fine del 2017. Allo stesso modo gli esperti di settore guardano alla Fed che potrebbe ritoccare i tassi di interesse altre 3 volte nel corso dell’anno, rialzi gradualzi, che avranno però forte impatto sul fronte azionario e su tutti i mercati finanziari alle prese anche con un apprezzamento del prezzo del petrolio e una spinta dell’industria del lusso.

Il cable rimane sotto pressione per via del ritorno della forza della divisa a stelle e strisce. Il cambio tra sterlina e dollaro resta stabile anche se si tratta di un outlook interlocutorio ribassista del rapporto tra le 2 monete in attesa degli sviluppi che Londra porterà avanti nei rapporti con l’Unione e con il resto degli altri Paesi.

Dollaro – Yen

Osservata speciale anche l’economia giapponese. Sul fronte valutario si registra la costante salita del rapporto USD-JPY che trae beneficio dal miglioramento dell’azionario mondiale e dal super dollaro per ritornare su scambi sopra 118.00 anche sui mercati dell’Europa.

Nei mercati asiatici si consolidano in modo marcato le Borse della Cina che brindano ai dati ottimali sul PMI dell’industria manifatturiera.

L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo è in attesa di consolidare un trend di ripresa anche in vista di nuove strategie dell’esecutivo giapponese. Il 2017 si è aperto con un allungo per il cambio tra dollaro e moneta giapponese. Uno scenario in movimento che risulta estremamente interessante per gli investitori.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento