Lavena Ponte Tresa. Era Glaciale sequestrati beni per milioni di euro

Le Fiamme Gialle di Luino hanno sequestrato beni per 7 milioni ad un emiliano che vive a Lavena Ponte Tresa nell’ambito dell’operazione Era Glaciale. L’indagato deve rispondere di ricettazione, riciclaggio, contrabbando nel movimento delle merci attraverso i confini di terra e gli spazi doganali, sottrazione all’accertamento e al pagamento dell’accisa sull’alcol e sulle bevande alcoliche e impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

Evasione fiscale milionaria

La Gdf ha verificato la società di capitali amministrata dall’uomo verificando che, per il solo anno d’imposta 2014, è stata riscontrata un’evasione fiscale di più di un milione di euro. D qui è partita anche la denuncia per il reato di infedele dichiarazione dei redditi.

Lascia un commento