Chapecoense. Arrestato Gustavo Vargas Gamboa direttore di Lamia

L’aereo caduto a Medellin sarebbe rimasto senza carburante. Nell’incidente hanno perso la vita 71 persone tra giocatori, staff, dirigenti e giornalisti della squadra di calcio brasiliana Chapecoense.

Arrestati nella compagnia Lamia

In Bolivia è stato tratto in arresto Gustavo Vargas Gamboa, direttore generale della Lamia. La funzionaria che aveva autorizzato il piano di volo si è rifugiata in Brasile.

La compagnia aerea risponde di essere responsabile dello schianto della squadra che stava raggiungendo Medellin per giocare l’andata della sua prima finale continentale.

Tra le ipotesi più accreditate dalla tragedia c’è quella che l’aereo sia precipitato a terra perchè rimasto senza carburante poco prima di arrivare all’aeroporto di Rionegro, che serve Medellin.

Vargas Gamboa

La persona tratta in arresto è un ex militare dell’aeronautica della Bolivia. Tra il 2001 e il 2007, è stato il pilota di diversi presidenti tra cui l’attuale Evo Morales. Ed è il padre di Gustavo Vargas Villegas, ai vertici della Direzione generale dell’aeronautica civile boliviana, ora sospeso dalle sue funzioni a causa dell’inchiesta.

Lascia un commento