Palermo, palpeggia donne e minorenni in cerca d’aiuto: arrestato padre Salvatore Anello

217

padre-salvatore-anelloDifficile credere alle terribili accuse mosse nei confronti di Padre Salvatore Anello, uno dei religiosi più conosciuti a Palermo, ritenuto guaritore ed esorcista. Il religioso è stato tratto in arresto dalla Polizia con l’infamante accusa di violenza sessuale. Il fermo è avvenuto nel convento dei Cappuccini.

Donne e minorenni palpeggiate

Nell’ambito dell’inchiesta sarebbe finito in manette anche un militare. Nei guai anche il colonnello Salvatore Muratore, 59 anni, appartenente alla sessa comunità del prete. In base alle accuse, l’ufficiale avrebbe approfittato di 4 donne e una minorenne affermando di poter “estirpare” il demonio.

Il Comitato diocesano del Rinnovamento nello Spirito precisa che Muratore “non ha mai ricoperto incarichi di animatore o responsabile del movimento”. Era solo un frequentatore dei raduni organizzati nel centro di preghiera di Margifaraci, nella zona dell’aeroporto di Boccadifalco, dove ha sede la grande comunità fondata da padre Matteo La Grua, uno degli esorcisti più noti d’Italia, morto 4 anni fa.

Padre Salvatore Anello è membro del Rinnovamento dello Spirito Santo di Palermo. Il sacerdote era anche cappellano all’ospedale Civico.

Secondo l’accusa Anello, 59 anni, avrebbe palpeggiato 2 donne e 3 minorenni che gli avevano chiesto aiuto. I palpeggiamenti sarebbero avvenuti duranti “riti di guarigione”. Tra riti e benedizioni avrebbe commesso violenze. A quanto pare il prete diceva di essere un esorcista, anche se non era riconosciuto come tale dalla Diocesi di Palermo.