Blogger per passione e per professione scelgono WordPress

La carta stampata ed il nero dell’inchiostro sono stati sostituiti dal rumore dei tasti e dagli schermi di computer, tablet e dispositivi mobile. Addio alla vecchia cara macchina da scrivere finita in museo. La tipografia è rappresentata dai server. La notizia è diventata real time e tutto corre più velocemente di prima.

L’edicola è stata soppiantata dalla ricerca Google e dalle varie App per dispositivi mobile. Il mondo dell’informazione è cambiato. E’ diventato sempre più social e topic trend. Le parole chiave, i tag, hanno preso il posto degli argomenti del giorno. Il dibattito viaggia sugli hastag e il gradimento di un articolo (post) si misura con i like ricevuti e le visite ottenute.

L’informazione e la comunicazione hanno allargato e mutato i propri orizzonti e la platea. Il giornale locale diventa globale. Il pensiero indiviuale si trasforma in collettivo, da condividere e commentare.

Alla rivoluzione culturale del web contribuiscono non solo i Millenials ma anche e soprattutto le generazioni pre anni ’80. Perchè anche loro amano la rete e lo ritengono uno strumento democratico.

wordpress

In tantissimi sono diventati blogger anche grazie a WordPress

Creare un blog con WordPress è la soluzione preferita dai blogger e probabilmente la migliore, a leggere quanto scrivono gli operatori del settore. Il CMS consente di realizzare il proprio blog in modo professionale senza dover essere un esperto di informatica.

Hosting per WordPress

Per creare un blog con WordPress bisogna acquistare un dominio e scegliere un servizio di hosting che mette a disposizione lo spazio necessario per ospitare il nostro sito web ed il CMS WordPress. Si può utilizzare WordPress creando un blog gratuito su hosting free oppure acquistare un piano presso un hosting professionale. Appena registrati, entrerete nel vostro pannello di controllo su WordPress, ma non potrete installare alcun plugin né scegliere il tema grafico. Nel secondo caso, dovrete accedere al pannello dell’hosting e installare il CMS, ma potrete avere un blog su WordPress personalizzabile.

Modificare il tema di WordPress

Installata l’ultima versione di WordPress, potrete accedere al vostro pannello di controllo. Cliccando su Bacheca avrete una guida semplice e chiara sulle modifiche che potrete apportare dal tema (gratuito o a pagamento) alle sezioni. Potrete modificare il menu, l’immagine dell’header, i colori. Il CMS ha incluso un’opzione Child che vi permetterà di lavorare su una copia del vostro blog, senza per questo andare a modificare la versione online.

Pubblicare post su WordPress

Siamo pronrti per pubblicare il nostro articolo su WordPress. Semplicissimo: si clicca su Articoli. Aggiungi Nuovo e si aprirà un form di scrittura con tutte le caratteristiche tipiche degli editor di testo. Smanettate un po’ e troverete tutte le caratteristiche e le impostazioni da attribuire oppure leggete una buona guida professionale, facilmente reperibile in rete. Anche per sapere come e quali nuovi plugin da installare su WordPress. Ci sono migliaia di plugin sviluppati per tutte le necessità. Bisogna installarli e cominciare a testare le loro impostazioni. E buona pubblicazione!

Guadagnare con il sito web realizzato con WordPress

Non esiste la bacchetta magica per diventare ricchi. Si può guadagnare con un sito web in base al grado di popolarità. La soluzione per monetizzare un sito è iscriversi a Google Adsense. Si tratta di un servizio pubblicitario offerto da Google, mediante il quale è possibile guadagnare inserendo dei banner, dei campi di ricerca personalizzati o dei video pubblicitari sul proprio sito.

Il sistema sceglie gli annunci pubblicitari più pertinenti alla pagina in cui si trovano. I guadagni variano a seconda dei click e delle visualizzazioni ricevute. Per ottenere dei guadagni soddisfacenti devi aumentare le visite ricevute sul tuo sito.

Iscriversi a Google Adsense

Basta collegarsi alla pagina iniziale del servizio e scegliere se registrarti con il tuo account Google oppure se creare un nuovo indirizzo. Compila i moduli digitando prima i dati del tuo sito e poi i tuoi dati personali. Google necessita di 2-4 giorni per verificare la validità del sito. Riceverai una email con un link di conferma per completare la procedura di creazione del tuo account. A questo punto potrai cominciare ad inserire le pubblicità di Adsense sul tuo sito usando i codici HTML forniti da Google.

Per ricevere i pagamenti, devi fornire dei dati di fatturazione corretti e richiedere un PIN di conferma, che arriva tramite posta ordinaria. È possibile ottenere i soldi generati dai contenuti pubblicitari inseriti sul proprio sito sia sotto forma di assegno che di bonifico bancario, il versamento viene effettuato al raggiungimento dei 70 euro di entrate.

Esistono anche altri servizi per monetizzare un sito

Tra i più noti sistemi per monetizzare un sito ci sono Tradedouble e Zanox, che propongono piani di affiliazione e possono portare a guadagni discreti. Negli anni si sono accreditati sul mercato numerosi soggetti e network pubblicitari a cui aderire. Non rimane che iniziare con i più conosciuti e verificare l’andamento. Mai fermarsi però nella ricerca di altre soluzioni. Il mercato è in continua evoluzione e bisogna sempre aggiornarsi.

9 su 10 da parte di 34 recensori Blogger per passione e per professione scelgono WordPress Blogger per passione e per professione scelgono WordPress ultima modifica: 2016-09-12T22:34:17+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento