Mondolfo, incidente stradale morto il diciottenne Daniel Marinelli figlio dell’ex patron dell’Ancona

Il sinistro mortale è avvenuto davanti alla stazione di Marotta- Mondolfo, nel Pesarese. Tre le auto che hanno investito. Nell’impatto è morto Daniel Marinelli, 18 anni, figlio dell’ex patron dell’Ancona.Il ragazzo è morto a Torrette di Ancona, dove era stato ricoverato in gravissime condizioni.

Daniel Marinelli, 18 anni, a bordo della Panda bianca guidata da un suo coetaneo di Ancona e con un terzo passeggero a bordo, stava percorrendo la Statale 16 in direzione Senigallia. All’altezza delle stazione ferroviaria l’impatto con un’altra Panda. Un tamponamento a velocità molto alta. L’auto si è girata su un fianco e ha continuato a scivolare sull’asfalto fino a centrare in pieno una Citroen Ds3 che viaggiava da Senigallia verso Fano. L’urto è stato così forte da svegliare tutto il vicinato, alcuni pezzi di auto sono finiti persino sui terrazzi di alcune case affacciate sulla statale. La Citroen è finita contro una Yaris parcheggiata sul lato.

Le condizioni del diciottenne, che era sul sedile posteriore, sono apparse disperate. Il lato su cui si è girata la macchina era proprio quello dove era seduto il ragazzo. I vigili del fuoco sono intervenuti per estrarre Daniel Marinelli, rimasto intrappolato tra le lamiere. Poi la corsa in eliambulanza al Torrette di Ancona dove il giovane è morto.

Pare che i ragazzi fossero a fine serata, di rientro da Rimini. Sono in corso anche gli esami del sangue per verificare se il conducente della Panda su cui era a bordo la vittima stesse guidando in condizioni ottimali. Marinelli ha militato nell’Ancona Berretti. Ora giocava nella squadra del Borghetto a Monte San Vito.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mondolfo, incidente stradale morto il diciottenne Daniel Marinelli figlio dell’ex patron dell’Ancona Mondolfo, incidente stradale morto il diciottenne Daniel Marinelli figlio dell’ex patron dell’Ancona ultima modifica: 2015-12-20T20:53:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento