Bologna, richiesta di chiarimenti sulla microcriminalità in via Massarenti

74

L’assessore alla Sicurezza, Riccardo Malagoli, ha risposto nella seduta di Question time alle domande d’attualità dei consiglieri Carella e Tomassini (FI) sulla microcriminalità in via Massarenti. Domanda d’attualità del consigliere Carella “In merito a quanto evidenziato dai Commercianti del Comitato “Massarenti-Cirenaica”, in ordine alla situazione di costante e quotidiana pericolosità personale e aziendale che viene da loro vissuta, chiede all’Amministrazione che cosa ne sappia e se e cosa intenda fare e in quali tempi, inerentemente alle specifiche questioni poste e alle richieste fatte dai Commercianti stessi”. Domanda d’attualità del consigliere Tomassini “Visti gli articoli di stampa sul degrado, sulle rapine e sui furti denunciati dal Comitato Massarenti, chiede alla Giunta come intenda procedere per risolvere i problemi di criminalità nella zona Massarenti”. Risposta dell’assessore Malagoli “Io non posso fare altro che ricordare che ci dimentichiamo sempre di una cosa: che l’ordine pubblico è una situazione che viene gestita da un tavolo che non è governato dal Comune di Bologna e anche per le telecamere, quel tavolo governa il tema della sicurezza sulla città. E quel tavolo si tiene in Prefettura, che ha la competenza per convocarlo, dove l’Amministrazione comunale è una parte del tavolo; dove l’Amministrazione comunale è presente e collabora con le altre forze di polizia per assicurare alla città un giusto grado di sicurezza. Dico questo però, facendo anche una premessa: in questo momento quel tavolo ha una grande pressione, dopo i fatti avvenuti a Parigi, il processo Aemilia, tutte cose che stanno distraendo forze dell’ordine dalla città. Non possiamo fare finta di non vederlo. I posti che hanno delle basi sensibili, il processo Aemilia che assorbe fino alla fine dell’anno e forse anche oltre molte delle forze dell’ordine che sono presenti in città, ci creano chiaramente dei disagi, che vengono analizzati puntualmente. Nonostante questo, la situazione di quella zona è stata analizzata nel Tavolo tecnico per l’ordine e la sicurezza. Ricordo che il reparto San Donato – San Vitale effettua un servizio nella zona Cirenaica con una stazione mobile, quindi la Polizia Municipale ha dotato il posto di una stazione mobile, e che al tavolo tecnico la Polizia di Stato ci ha comunicato di aver potenziato i servizi lungo la via Massarenti. Non so se sia sufficiente, certo in una situazione in cui si sguarniscono delle forze che possono essere in campo per altri obiettivi che sono sicuramente prioritari, qualche cosa manca. è la famosa coperta troppo corta. Assicuro che l’Amministrazione dà tutta la disponibilità possibile. Speriamo di concludere a breve la trattativa con la Polizia Municipale, perché l’Amminsitrazione sta pensando di potenziare alcuni servizi importanti. Il 1622 è un servizio molto importante dal punto di vista del controllo dei negozi in orari di chiusura o in situazioni che si creano in questa stagione in cui viene buio molto presto. Chiaro che però, se chiedete all’Amministrazione di fare dei miracoli, vi ricordo che non ne avete mai fatti neanche voi quando eravate al governo, miracoli di questo genere. Noi facciamo il possibile per rassicurare i cittadini. Nelle prossime domande si parlerà di telecamere, che è un tema molto sensibile, ma anticipo parte della risposta ricordando che la telecamera agisce post evento, perché non c’è nessuno che guardi una telecamera costantemente 24 ore su 24, quindi è disincentivante fino a un certo punto, serve per aiutare le indagini. Sinceramente, l’impegno dell’Amministrazione si vede negli investimenti in dotazione dei vigili, nelle assunzioni di nuovi vigili per essere più efficaci e sono tutte sul campo. Evidentemente a volte si fa finta di non vederle”.