Espulso un marocchino di 35 anni che viveva a Milano

A dare la notizia il Ministro dell’Interno Angelino Alfano. Gli espulsi dalla fine dello scorso anno sono così diventati 61.

In merito all’accentuato ricorso allo strumento dell’espulsione, per quanto i sospetti jihadisti, Alfano ha riconosciuto che c’è un affievolimento delle garanzie ma – ha detto – “meglio il rimorso di aver espulso uno che non era un radicalizzato piuttosto che tenere in casa uno che magari ti mette una bomba”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento