Vicenza, Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne eventi dal 7 al 30 novembre

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che ricorre il 25 novembre, l’ufficio Pari Opportunità del Comune di Vicenza in collaborazione con la Consulta comunale per le Politiche di Genere e a molte associazioni femminili del territorio, propone dal 7 al 30 novembre numerose iniziative per continuare a tenere i riflettori accesi su una questione sociale e culturale purtroppo sempre di tragica attualità.

Il programma degli eventi è stato presentato a palazzo Trissino da Everardo Dal Maso, consigliere comunale delegato alle pari opportunità insieme a Gianni Gastaldon e Franca Pretto di Kitchen Teatro.

“Anche quest’anno – ha dichiarato il consigliere Everardo Dal Maso – abbiamo fatto un grande lavoro di rete per proporre un intenso programma di eventi che puntano a sensibilizzare i cittadini rispetto a questo odioso fenomeno. Mi rammarico che a tre anni dalla sua apertura il CeAv, il Centro comunale antiviolenza, continui a registrate numeri elevati di richieste di aiuto, sapendo bene che si tratta solo della punta di un iceberg che, evidentemente, interessa anche una città apparentemente evoluta come la nostra. Organizzare convegni, proporre spettacoli, suggerire approfondimenti soprattutto ai più giovani, presentare performance lungo le vie e le piazze del centro, è il nostro contributo alla diffusione di una cultura del rispetto e il gancio che offriamo alle vittime affinché capiscano che uscire dalla spirale della violenza si può”.

Diversi luoghi della città dal 7 al 30 novembre ospiteranno variegate proposte frutto della collaborazione tra Ufficio comunale per le Pari Opportunità, Consulta comunale per le Politiche di Genere, Kitchen Teatro indipendente, Cinema Primavera, Gruppo Follia Organizzata, Sportello LGBT Vicenza, associazione Donna chiama Donna onlus (che gestisce per conto del Comune di Vicenza il Centro Antiviolenza), associazione Città delle donne, associazione Giardino Freudiano, associazione Delos, Soroptimist Club di Vicenza, associazione La Centrale di Padova, Roberto Floreani, associazione Donne Medico della Provincia di Vicenza, associazione Moica Vicenza.

Come avvenuto nelle precedenti edizioni, le proposte sono diversificate e affrontano il tema della violenza sulle donne, delle discriminazioni di genere, del femminicidio, per accrescere la sensibilizzazione verso questi fenomeni. Nel contempo l’obiettivo è fornire al pubblico presente la conoscenza degli strumenti per evitare che certi episodi accadano oltre che la possibilità di comprendere quali opportunità e servizi sono presenti nel territorio.

Il programma prevede le proposte teatrali della rassegna “Profili 2015” al Kitchen Teatro Indipendente, la rassegna cinematografica “Una scelta de-genere” al Cinema Primavera, convegni, incontri, arte e una marcia silenziosa per le vie del centro storico.

Il ciclo di iniziative verrà aperto con il primo appuntamento della rassegna “Profili 2015”. Sabato 7 novembre alle 21, Kitchen Teatro Indipendente (via dell’Edilizia 72 – Vicenza) proporrà lo spettacolo teatrale “Nasco all’alba”,per la regia di Gianni Gastaldon; testo e drammaturgia di Franca Pretto; interpreti: Franca Pretto e Cristiano Culicchi.

Lo spettacolo verrà riproposto anche domenica 8 novembre alle 18.

“Una bimba tenace ed entusiasta tenta reiteratamente di far decollare la propria vita, anche se viene ripetutamente abbattuta. Tra alti e bassi faticosi, dove l’ombra della sfiducia fa indurire l’animo e l’amarezza e la rabbia si travestono di cattiveria, s’intravede un percorso capace di aprire uno spiraglio e di dare la forza necessaria a far presa sulla propria vita.”

Ingresso: tesserati 2015: € 5 – non tesserati 2015: € 5 + € 3 tessera annuale
E’ consigliata la prenotazione a: info@spaziokitchen.it oppure con un sms al 335 5625286335 5625286

Informazioni: info@spaziokitchen.it

Al Galla Caffè (Piazza Castello, 2 – Vicenza) venerdì 13 novembre alle 18 verrà proposto un incontro dibattito dal titolo: “Il femminile tra letteratura e psicanalisi”, a cura delle associazioni Città delle Donne e Giardino Freudiano. Coordina: Maria Concetta Pinto; relatore: Luigi Burzotta.

Informazioni: cittadelledonne@gmail.com

Prosegue la rassegna “Profili 2015” con il secondo appuntamento in calendario, sabato 14 novembre alle 21 al Kitchen Teatro Indipendente (via dell’Edilizia 72 – Vicenza) con lo spettacolo teatrale “Non voltarti indietro”, per la regia di Marco di Stefano; testo di Chiara Boscaro. Testo finalista Premio Hystrio 2011- Scritture di Scena.

Interpreti: Valeria Sara Costantin e Diego Runko.

“Una donna passeggia tra l’erba e viene morsa da un serpente. Scende agli inferi, la casa di Ade. Di lì non si esce. Orfeo, il suo uomo, non ci sta. La segue, scende anche lui, ma da vivo, e prega il Dio finché non gli concede di riportarsi a casa Euridice. A una condizione, però: qualsiasi cosa succeda, lui non dovrà mai voltarsi indietro. Se lui si volta, lei è perduta. Ma che succede se lei, lì sotto, si trova bene?”

Ingresso: tesserati 2015: € 5 – non tesserati 2015: € 5 + € 3 tessera annuale

E’ consigliata la prenotazione a: info@spaziokitchen.it oppure con un sms al 335 5625286335 5625286

Informazioni: info@spaziokitchen.it

Lunedì 16 novembre alle 20 “Vergine giurata” ci sarà il primo dei tre appuntamenti della Rassegna cinematografica “Una scelta de-genere”, proposta dal Cinema Primavera (via Ozanam, 11 – Vicenza) con il Gruppo Follia Organizzata e lo Sportello LGBT di Vicenza.

“Hana, orfana albanese, viene accolta in casa da Gjergi, un montanaro con moglie e una figlia più o meno dell’età della ragazza, Lila. Ma la cultura arcaica che abita quelle regioni, seguendo il severo codice del Kanun, mortifica e reprime il femminile e Hana si ritrova a compiere una scelta drastica …”

Ingresso: € 3. Informazioni: info@cinemaprimavera.it

Da sabato 21 novembre alle 18 a venerdì 4 dicembre alle 12 in Basilica Palladiana, verrà esposto il quadro contro la violenza di genere “NEW ANGEL” opera Delocalizzata per Latente>Diffusa (Olio su lamiera ossidata – anno 2015) di Roberta Ubaldi che sarà visibile al pubblico dall’esterno.

L’ossidazione ed i profili incompiuti sono, nel messaggio dell’artista, metafora della disgregazione dei legami affettivi che hanno caratterizzato l’infanzia dell’autrice e che la sua sensibilità riscontra sempre più rari col passare del tempo.

Info Latente>Diffusa: www.facebook.com/latentediffusa – www.delosvicenza.it – tel. 339 8946918 – e-mail:info@delosvicenza.it

Lunedì 23 novembre alle 20 prosegue il ciclo della assegna cinematografica “Una scelta de-genere”, con il film“Albert Nobbs”, proposta dal Cinema Primavera (via Ozanam, 11 – Vicenza) con il Gruppo Follia Organizzata e lo Sportello LGBT di Vicenza.

“Siamo nell’Irlanda del diciottesimo secolo. Albert Nobbs è il migliore dei camerieri che lavorano in un albergo di Dublino. La sua vita è totalmente dedicata a svolgere la sua professione il meglio possibile, in modo da poter guadagnare il denaro necessario per aprire in futuro una sua attività commerciale. Albert Nobbs ha però un segreto …”

Ingresso: € 3. Informazioni: info@cinemaprimavera.it

“Mai più. Per riflettere insieme sul tema della violenza sulle donne” è il titolo dell’incontro dibattito a cura di Soroptimist Club di Vicenza che si terrà martedì 24 novembre alle 17.30 nel salone Palladio di Palazzo Bonin Longare (corso Palladio, 13 – Vicenza). Seguirà una tavola rotonda, condotta dalla giornalista Cinzia Zuccon.

Relatori: Laura Roveri (testimone attiva), Maria Stocchiero (psicologa), Maria Zatti (counsellor e coordinatrice del CeAv di Vicenza).

Interverranno: Cristina Toniolo (Presidente Soroptimist Club di Vicenza)

Ingresso: libero. Informazioni: soroptimistvicsegret@gmail.com

A Palazzo Chiericati (piazza Matteotti, 37/39 – Vicenza) mercoledì 25 novembre alle 17.30 appuntamento dal titolo “Il ruolo della donna durante la Grande Guerra”, a cura dell’associazione La Centrale di Padova.

Si inizierà con la visita guidata alla Mostra Ricordare con l’autore Roberto Floreani, seguirà alle 18.30 una conferenza, alla quale interverranno Everardo Dal Maso (consigliere comunale delegato alle pari opportunità del Comune di Vicenza), Michela Pettenon (associazione La Centrale di Padova), Roberto Floreani, autore del saggio “I Futuristi e la Grande Guerra” (finalista al Premio Acqui Storia).

Ingresso libero.

Informazioni: lacentraleassociazione@gmail.com; pariopp@comune.vicenza.it

L’associazione Donna Chiama Donna, organizza venerdì 27 novembre alle 17.30 un convegno dal titolo: “Il costo della violenza per la persona, per l’impresa e per la società”, all’auditorium dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Santa Maria di Monte Berico (via Cialdini, 2 – Vicenza).

Moderatrice: Cinzia Zuccon, giornalista. Introducono: Maria Zatti (vicepresidente associazione Donna Chiama Donna), Everardo Dal Maso (consigliere comunale delegato alle pari opportunità del Comune di Vicenza). Relatrice: Emma Valeri (coordinatrice Programma Italia We World – Milano)

Seguirà una tavola rotonda.

Introducono: Roberto Zuccato (presidente Confindustria Veneto), Daniela Rader (presidente Confartigianato Donne Impresa Veneto).

Intervengono: Cristina Greggio (vicepresidente Commissione Pari Opportunità Regione Veneto), Alessia Sorgato (avvocato penalista – Milano), Paola Costa (direttore distretto Socio-Sanitario dell’Ulss 6 Vicenza), Silvia Carboni (psicologa e psicoterapeuta Casa delle Donne – Bologna), Giancarlo Ferretto (presidente Ferretto Group e presidente Fondazione S. Bortolo – Vicenza), Paolo Coltro (giornalista – Padova).

Conclude i lavori: Isabella Sala (assessore alla comunità e alle famiglie del Comune di Vicenza)

Ingresso: libero. Informazioni: donnachiamadonna@gmail.com

Sabato 28 novembre alle 9.30 è in programma il convegno “Ti amo ma non da morirne” che si svolgerà al complesso universitario – sala 3 – III livello (viale Margherita 87 – Vicenza), a cura dell’associazione Moica Vicenza con il supporto della consigliera di parità della Provincia di Vicenza.

Questo il tema: “Regola n.1: non trasformare l’amore in un inferno, cominciamo dalle bambine e dai bambini”.

Ingresso libero, con particolare invito ai giovani. Informazioni: moicavicenza@virgilio.it

Viene proposta anche quest’anno la “Marcia silenziosa”, promossa dall’associazione Donne Medico della Provincia di Vicenza con la Consulta comunale per le politiche di genere, in collaborazione con l’ufficio Pari Opportunità del Comune di Vicenza, sabato 28 novembre alle 15.30. Il ritrovo è previsto alle 15 all’esedra di Campo Marzo.

Partenza alle 15.30 e arrivo in piazza dei Signori alle 16.15-16.30 circa, dopo aver percorso viale Roma, Porta Castello, corso Palladio e contra’ Santa Barbara.

All’arrivo della marcia in piazza dei Signori i partecipanti saranno accolti da una performance artistica a cura di Kitchen Teatro Indipendente per la regia di Franca Pretto.

“La violenza sulle donne non ha tempo né confini. Le vittime non parlano solo la nostra lingua, ma tutte le lingue del mondo. Le ricordiamo senza altre parole”, questo lo scopo dell’iniziativa.

Informazioni: pariopp@comune.vicenza.it

Lunedì 30 novembre alle 20, terzo e ultimo appuntamento con la Rassegna cinematografica “Una scelta de-genere”: verrà proposto dal Cinema Primavera (via Ozanam, 11 – Vicenza) con il Gruppo Follia Organizzata e lo Sportello LGBT di Vicenza, il film “Viola di mare”.

“Un’isola intorno alla Sicilia, seconda metà dell’ottocento. Angela e Sara crescono insieme ma le loro infanzie sono difficili: la prima subisce i soprusi di un genitore violento; la seconda perde il padre in guerra, mentre la guerra la strapperà all’amica e alla sua terra…”

Ingresso: € 3. Informazioni: info@cinemaprimavera.it

Infine, da segnalare venerdì 11 dicembre alle 20.45 l’evento a sostegno del CeAv – Centro comunale Antiviolenza “ZANG TUMB TUMB”, spettacolo teatrale di Roberto Floreani che con la sua compagnia andrà in scena al Teatro comunale.

Testi: F.T. Marinetti, U. Boccioni, E. Cavacchioli, U. Serbo, L. Fòlgore, M. Ginanni.

La serata futurista è uno spettacolo ad alto coinvolgimento emotivo, di declamazione, musica, aerodanza, canto e videoproiezioni. In 80 minuti filati, gli attori sul palco, accompagnati dalla colonna sonora per pianoforte e dalle sequenze plastiche di aerodanza e dall’intensa partecipazione dell’Orchestra sparpagliata tra il pubblico, trascineranno gli spettatori in un sogno artistico multidisciplinare.

Una parte dell’incasso sarà devoluto al CeAv.

E’ consigliata la prenotazione: biglietteria@tcvi.it – tel. 0444 3244420444 324442

L’attività del Centro comunale Antiviolenza: 686 contatti dall’aprile 2012. Per il 50% si tratta di casi di maltrattamento del partner

Il CeAv nasce per volontà dell’amministrazione comunale di Vicenza e di molti enti ed associazioni del territorio per attuare azioni concrete di prevenzione, contrasto della violenza e di autopromozione delle persone che si rivolgono al servizio, nel rispetto del principio delle pari opportunità.

Obiettivo primario è quello di offrire alle vittime di violenza fisica, psicologia, economica e sessuale, un interlocutore unico in grado di accogliere le loro necessità e di attivare interventi su più livelli che le aiutino ad uscire dalla situazione di disagio.

Il CeAv è attivo per offrire un servizio pubblico e gratuito di contatto e di primo accesso, coordinare la rete dei servizi e delle strutture presenti sul territorio, attivare iniziative di sensibilizzazione, informazione e formazione.

Il CeAv è gestito dall’associazione “Donna chiama Donna onlus” con due operatrici appositamente formate e 14 volontarie; inoltre una psicologa dell’Ulss 6 si occupa dello sportello psicologico.

Nel periodo di attività da aprile 2012 a settembre 2015 si sono registrati 686 contatti. (Fino a settembre 2014 i contatti erano stati 517),

I contatti riguardano richieste di consulenza, di informazioni e di colloqui, sia da parte di potenziali utenti che di operatori del territorio.

359 sono i casi presi in carico in totale, di cui il 66% di nazionalità italiana e il 34% di nazionalità straniera. Sono coinvolti 197 nuclei familiari con minori. Per quanto riguarda l’autonomia economica dei 359 casi presi in carico, 143 risultano senza un reddito al momento dell’accesso al servizio, mentre 216 risultano conviventi con il maltrattante.

I casi che riguardano i residenti all’interno dell’Ulss 6 sono 355.

I casi aperti sono attualmente 62.

La maggior parte dei motivi della presa in carico riguarda il maltrattamento da parte del partner (50%), seguono i conflitti con il partner (13%), il maltrattamento da parte di familiari (9%), lo stalking (8%), le consulenze di carattere generale e legale (8%), maltrattamenti da altre persone (5%), problemi dovuti a separazioni, molestie, mobbing, conflitti con i familiari e problemi personali (5%), infine alcuni casi di violenza sessuale (2%).

Il CeAv opera gratuitamente garantendo l’anonimato: basta telefonare al numero 0444.232402. Si trova in via Torino, 11 ed è aperto il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 14.30 e il giovedì dalle 9 alle 17.

Durante l’orario di apertura è possibile accedere al centro direttamente o previo contatto telefonico.

Informazioni:

Ufficio Pari Opportunità del Comune di Vicenza – pariopp@comune.vicenza.it

Tutti gli appuntamenti si possono consultare nel calendario eventi alla paginahttp://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/135926

Informazioni sul CeAv sono disponibili alla paginahttp://www.comune.vicenza.it/cittadino/scheda.php/61041,71654

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne eventi dal 7 al 30 novembre Vicenza, Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne eventi dal 7 al 30 novembre ultima modifica: 2015-11-03T02:27:19+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento