Roma, Marino fa tremare Renzi, se torna il Pd deve accordarsi con l’opposizione

Uno scenario da confronto finale quello che si prepara al Campidoglio. Se Ignazio Marino dovesse ripensarci e decidere di restare sindaco, il Pd non avrebbe altra scelta che sfiduciarlo in aula o le dimissioni in massa. In entrambi i casi il partito di Renzi non può fare da solo. I dem sono soltanto 19 e servirebbero anche gesti analoghi da parte delle opposizioni. Uno scenario “apocalittico”.

E’ quello che avrebbero “giurato” i consiglieri del Pd al commissario Matteo Orfini. In caso di ritiro delle dimissioni lascerebbero subito il loro incarico. La linea è stata decisa durante l’incontro avvenuto in queste ultime ore con il benestare di Matteo Renzi.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Marino fa tremare Renzi, se torna il Pd deve accordarsi con l’opposizione Roma, Marino fa tremare Renzi, se torna il Pd deve accordarsi con l’opposizione ultima modifica: 2015-10-29T15:55:12+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento