L’Università di Torino ricorda con grande dolore e sentito cordoglio Vera Schiavazzi

Il Rettore, il Direttore Generale, il Direttore Scientifico e il Comitato Scientifico del Master in Giornalismo, il Corpo Accademico e il Personale tutto dell’Università degli Studi di Torino partecipano commossi al lutto per l’improvvisa scomparsa della giornalista.

Vera Schiavazzi è sempre stata attiva e produttiva nei diversi ruoli che ha ricoperto nel corso del tempo, con una competenza, capacità di scrittura e lucidità di analisi assolutamente unici.

Ha dato vita nel 2004 al Master di Giornalismo insieme a prof. Nicola Tranfaglia tenendone la direzione fino alle dimissioni nel giugno di quest’anno. Ha mantenuto una fortissima presenza e rapporto con gli studenti, dimostrando una straordinaria capacità nell’avviarli verso il cammino professionale, mettendo a loro disposizione le sue competenze e la rete di relazioni personali a Torino e in Italia per essere accolti nei più importanti organi di informazione nazionali.

Il Master di Giornalismo di Torino è fra le principale Scuole in Italia, traguardo che deve in grandissima parte alle qualità di Vera Schiavazzi, alle sue doti professionali e direttive e all’affetto che ha saputo sempre dimostrare alle diverse generazioni di studenti che si sono susseguite negli anni.

Anche nel momento in cui ha deciso, non senza interrogarsi, di lasciare la direzione del Master, ha dimostrato la sua dedizione alla Scuola e la sua disponibilità a dedicarle molte delle sue energie.

L’Università di Torino intende continuare e rafforzare il suo impegno nel Master del Giornalismo anche per un doveroso riconoscimento dell’insostituibile lavoro svolto da Vera nel segno del cambiamento e facendo tesoro delle lezioni che lei ha fornito in questi 11 anni.

9 su 10 da parte di 34 recensori L’Università di Torino ricorda con grande dolore e sentito cordoglio Vera Schiavazzi L’Università di Torino ricorda con grande dolore e sentito cordoglio Vera Schiavazzi ultima modifica: 2015-10-23T18:16:40+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento