Assoluzione per Kakà perché il fatto non sussiste

E’ la richiesta avanzata dal vice procuratore onorario nel processo a carico dell’ex calciatore del Milan Kakà, accusato di un’evasione fiscale da circa due milioni di euro per aver creato, secondo l’accusa, un presunto “schermo” societario per abbattere le tasse sui “proventi derivanti dallo sfruttamento della sua immagine”.

Il giudice ha rinviato il processo al 23 novembre, quando è prevista la sentenza.

9 su 10 da parte di 34 recensori Assoluzione per Kakà perché il fatto non sussiste Assoluzione per Kakà perché il fatto non sussiste ultima modifica: 2015-10-19T16:16:21+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento