Vicenza, esercitazione di protezione civile il 10 ottobre in piazza Matteotti e ponte degli Angeli

Sabato 10 ottobre a ponte degli Angeli e piazza Matteotti si terrà un’esercitazione di protezione civile nell’ambito del progetto europeo “Achelous”.
Si tratta dell’evento finale di una serie di esercitazioni sul campo organizzate dalla Prefettura di Virovitica – Podravina (Croazia), dalla Città di Skopje (Macedonia), dal Comune di Arad (Romania), dal Comune di Borino (Bulgaria) e dal Comune di Paggaio (Grecia), partner del progetto europeo.
Hanno preso parte al progetto come partner tecnici anche l’Università di Padova (Italia), l’Università di Thessaly (Grecia) e l’organizzazione non governativa “For the North Great Plain Region” Nonprofit Ltd (Ungaria).
Il programma del progetto Achelous è stato presentato nella Sala degli Stucchi di palazzo Trissino dall’assessore alla sicurezza e alla protezione civile Dario Rotondi, dall’assessore alla protezione civile del Comune di Montegalda Gioacchino Pretto, dal sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro, dall’ingegner Francesco Baruffi dell’Autorità di Bacino e dal direttore del settore Infrastrutture, gestione urbana e protezione civile del Comune di Vicenza Diego Galiazzo.

“Achelous è un progetto europeo di rilievo per il quale il Comune di Vicenza è capofila e al quale partecipano anche altre sei Stati – Ungheria, Croazia, Macedonia, Romania, Bulgaria e Grecia – con l’obiettivo di confrontare le proprie esperienze in materia di protezione civile riferita alle emergenze idrauliche di cui Vicenza è specializzata a seguito degli eventi calamitosi che negli scorsi anni hanno colpito la città – ha spiegato l’assessore alla protezione civile del Comune di Vicenza Dario Rotondi -. Quella che si terrà sabato è l’esercitazione conclusiva del progetto europeo che coinvolgerà 22 ospiti stranieri. Gli operatori impegnati saranno oltre 200, provenienti per buona parte da 11 gruppi diversi dei cinque Comuni della provincia di Vicenza che compongono ilDistretto Locale del Rischio idraulico: Caldogno, Longare, Montegalda e Montegaldella. L’esercitazione si sviluppa in due fasi, la prima a Vicenza e la seconda a Montegalda”.
L’esercitazione coinvolge il Distretto Locale del Rischio idraulico (LRD Local Risk District) composto dai comuni di Vicenza, Caldogno, Longare, Montegalda e Montegaldella.
Oltre che rientrare nelle attività di addestramento per le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile afferenti al territorio del LRD, l’esercitazione sarà un’importante occasione per la condivisione delle conoscenze tra i sindaci dei comuni del Distretto, che rappresentano le massime autorità locali di protezione civile, sul tema della gestione delle emergenze idrauliche.
Scopo primario dell’esercitazione legato al progetto è la condivisione con i partner delle pratiche in uso nel nostro territorio relativamente al funzionamento del sistema italiano e locale di Protezione Civile.
Molto importante sarà il contributo, nell’esercitazione, dell’Autorità di Bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave e Brenta-Bacchiglione quale partner del progetto europeo WeSenseIt.
L’esercitazione fa riferimento all’alluvione che ha colpito la città il 31 ottobre e 1 novembre 2010 ed è strutturata in due sessioni. La prima a Vicenza prevede l’attivazione delle strutture di comando (Centro Operativo Comunale), l’utilizzo delle tecnologie informatiche della protezione civile e la predisposizione dei presidi antialluvione. La seconda si svolge a Montegalda.

Programma

L’esercitazione a Vicenza prenderà il via sabato 10 ottobre in piazza Matteotti alle 9 quando verrà attivato il Coc che si costituirà in una struttura mobile a seguito della ricezione di un bollettino che conferma il peggioramento delle condizioni meteorologiche e che prevede il passaggio di un’onda di piena nel Bacchiglione alle 10.30 (superamento dei livelli di allerta alle 7.30 e inizio della decrescita alle 12). Alle 9.15 verrà effettuata una dimostrazione dell’uso della piattaforma WeSenselt, applicativo per smartphone, che consente alle squadre di protezione civile di comunicare la presa in carico della azioni da svolgere e la conclusione dell’intervento.
Verrà inoltre sperimentato un altro applicativo per smartphone a servizio del cittadino che potrà inviare informazioni utili alle autorità di emergenza e di ricevere segnalazioni dalle autorità in merito alla propria sicurezza.
Alle 9.45 il sindaco darà l’ordine di attivazione del sistema di allertamento acustico per rischio alluvione (l’avvio del sistema di allertamento sarà valutato la mattina stessa).
Alle 9.30 verrà chiusa la circolazione da ponte degli Angeli fino a piazzale Matteotti. Successivamente verranno innalzate le paratie antialluvione fissate al corrimano in Largo Goethe con l’obiettivo di aumentare la sicurezza rispetto al livello massimo dell’onda di piena raggiunto nel 2010 e garantire così la salvaguardia di piazza Matteotti e teatro Olimpico. Le paratie verranno raccordate in corrispondenza di ponte degli Angeli con il sistema antiesondazione “Aquadike”.
L’esercitazione prevede anche il salvamento di una persona accidentalmente caduta nel fiume a monte di ponte degli Angeli, a cura delle squadre di soccorso fluviale della protezione civile e della Croce rossa italiana (verso le ore 10.40).
Alle 11.10 verrà dato l’ordine di attivazione di fine allarme da parte del sindaco. Con la conseguente rimozione degli Aquadike e delle paratie e il ripristino della circolazione.
Verso le 12.20 i partner del progetto si trasferiranno a Montegalda per la prova successiva.

L’iniziativa coinvolge anche l’Istituto Comprensivo Vicenza 8 “Via Carta”: tre classi terze della scuola secondaria di primo grado (circa 60 ragazzi) parteciperanno ad una attività didattica e testeranno, attraverso la simulazione di un allagamento, l’app per smartphone del progetto di ricerca WeSenseIt insieme ai tecnici dell’Autorità di bacino. I ragazzi saranno coinvolti già venerdì mattina (dalle 7.45 alle 9.45) in una lezione interattiva di preparazione sul rischio, la storia delle alluvioni, la previsione, la prevenzione e la protezione dalle alluvioni. Contestualmente si svolgerà anche un concorso a premio per il miglior disegno realizzato dagli studenti “resilienti”.

Modifiche alla circolazione nella zona di ponte degli Angeli e piazza Matteotti.
Dalle ore 20 del 9 ottobre alle ore 14 del 10 ottobre sarà istituito il divieto di sosta e rimozione in leva’ degli Angeli e in lato Goethe per tutte le tipologie di stalli presenti.
Il 10 ottobre dalle 9.30 alle 12 e comunque fino a conclusione dell’esercitazione sarà istituito il divieto di circolazione veicolare e pedonale a ponte degli Angeli e nell’area interessata dalle operazioni. Piazza Matteotti non risulterà raggiungibile alle auto. Le deviazioni verranno segnalate sul posto. Per quanto riguarda il transito di pedoni e ciclisti, resterà aperto il marciapiede tra levà degli Angeli e largo Goethe (lato palazzo del Territorio) e sarà sempre utilizzabile la passerella di via Nazario Sauro. Si raccomanda, su queste due alternative, di condurre i cicli a mano.
Saranno inoltre deviate le linee degli autobus che effettueranno percorsi alternativi (http://www.aim-mobilita.it/).

Nel pomeriggio, dalle 14, avrà luogo l’esercitazione a Montegalda, in località Case Borgo, area che si presta a differenti scenari correlati al rischio idraulico. Verrà istituito il Centro Operativo Mobile che ospiterà le autorità della protezione civile. anche in quest’occasione si simulerà un salvamento di una persona rimasta imbrigliata nelle scale di monta del fiume. Inoltre si simulerà la ricerca di due volontari dispersi che avverrà attraverso l’uso di un drone, sviluppato nell’ambito del progetto Achelous e in dotazione alla Protezione civile di Vicenza, e mediante le unità cinofile. Nel corso di tutta la giornata cittadini e operatori invieranno, grazie alla tecnologie WeSenseIt letture dei livelli nel fiume Bacchiglione per poter seguire dal Centro Operativo l’evoluzione dell’evento di piena.L’esercitazione terminerà alle 16.30.

Gruppi di protezione civile coinvolti nell’esercitazione

Gruppo Comunale di Protezione Civile di Vicenza;

Associazione Nazionale Carabinieri 75° Nucleo Vicenza;

Associazione Nazionale Alpini sezione di Vicenza;

Coordinamento delle Associazioni Volontarie di Protezione Civile Provincia di Vicenza;

Gruppo Protezione Civile San Marco (Montegalda)

Gruppo di Protezione Civile “Colli Berici” (Longare)

Gruppo cinofili della Protezione Civile “l’Argine” (Costozza di Longare)

Gruppo Protezione Civile dell’Unione dei Comuni di Caldogno, Costabissara e Isola Vicentina

Gruppo Comunale di Protezione Civile di Montegaldella

Parteciperà all’esercitazione personale dell’Autorità di bacino dell’Alto Adriatico, dell’Università di Sheffield (capofila WeSenseIt), di Quinary e Knowledge Now Ltd. (partners WeSenseIt).

Il progetto “Achelous” è finanziato dalla Commissione Europea, Dipartimento per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile, attraverso lo strumento finanziario per la Protezione Civile. Il progetto, di cui il Comune di Vicenza è capofila, ha lo scopo di individuare le migliori pratiche di protezione civile da attivare in situazioni di crisi idraulica e idrogeologica nei sette diversi Paesi europei partecipanti. Il valore del progetto è di 636.180 euro, di cui 477.135 stanziati dalla Commissione Europea. Il Comune di Vicenza, che riceve 125.140 euro in qualità di capofila, cofinanzia l’iniziativa con 41.713 euro corrispondenti al costo del personale impiegato.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, esercitazione di protezione civile il 10 ottobre in piazza Matteotti e ponte degli Angeli Vicenza, esercitazione di protezione civile il 10 ottobre in piazza Matteotti e ponte degli Angeli ultima modifica: 2015-10-08T04:07:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento