Milano incontra una delegazione di Seul

Le buone prassi attuate dal Comune di Milano, le politiche di pianificazione urbanistica e i piani di sviluppo della città: questi i temi al centro dell’incontro tra Milano e una delegazione del Comitato di Gestione e pianificazione urbanistica del Consiglio comunale di Seul. All’incontro hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale, Basilio Rizzo e il consigliere Roberto Biscardini, presidente della Commissione consiliare Urbanistica, Edilizia privata. La delegazione coreana accolta a Palazzo Marino era invece composta da sedici persone tra cui tredici consiglieri comunali e la Presidente del Comitato Kim Mi Kyung.

Basilio Rizzo, presidente del Consiglio comunale, ha spiegato di aver “raccontato quelle che sono state le opere realizzate in città in questi anni con una particolare attenzione al grande lavoro svolto dalla nostra Amministrazione per il recupero delle aree periferiche. E ci siamo confrontati con i rappresentanti della capitale coreana sulle buone pratiche in campo urbanistico in questi anni e sulle risposte date alle richieste dei cittadini”.

Il comitato di gestione e pianificazione urbanistica del Consiglio comunale di Seul sta effettuando in diverse città coreane una serie di buone pratiche in materia di pianificazione urbanistica e cittadina e l’housing sociale. Da qui la necessità di un confronto con quanto si è messo in atto nella nostra città e sulle esperienze che potrebbero essere condivise in futuro tra Milano e la capitale coreana, con particolare attenzione ai futuri piani di sviluppo urbano.

Seul è un importante centro industriale, specie per quanto riguarda la produzione di beni di consumo (alimentari, tessili, cartacei), ma è soprattutto sede di attività di servizio (commerciali, finanziarie) e culturali; nodo ferroviario e stradale di primaria importanza, con un volume di traffico aereo in continua espansione. Caratteristiche che la avvicinano alla nostra città soprattutto per quanto riguarda le buone pratiche messe in campo in questi anni sul piano ambientale. In questi ultimi anni Seul e la Corea hanno scommesso sulle politiche “green” e puntato sulla produzione di energia eolica e solare con l’introduzione di una politica della Low carbon green growth, che punta ad abbattere le emissioni inquinanti prodotte del 50% entro il 2050.

Lascia un commento