Firenze Sonic Somatic, da giovedì tre giorni dedicati alla produzione musicale e all’arte visiva

Un festival di tre giorni che muovendosi tra produzione musicale contemporanea e arti visive, esplora il mondo dei suoni secondo una prospettiva specifica: quella del corpo. È SONIC SOMATIC, la rassegna organizzata da Trial Version e International Feel all’interno dell’Estate Fiorentina 2015.
Attraverso performance musicali, sedute di ascolto collettivo e installazioni, SONIC SOMATIC concentra in pochi giorni un’offerta ampia e diversificata che indaga le relazioni tra corpo, spazio e suono. Un festival diffuso che coinvolge luoghi diversi della città: il cortile di Palazzo Strozzi, l’Osservatorio Astrofisico di Arcetri, il Cimitero degli Inglesi e il Museo Marino Marini. All’interno di questi spazi vengono presentati progetti sonori site-specific ideati in stretto dialogo con l’identità culturale e l’architettura fisica degli ambienti.
La rassegna è stata presentata in Palazzo Vecchio da Tommaso Sacchi, referente comunale per l’Estate Fiorentina, dagli ideatori e dai rappresentanti delle istituzioni coinvolte.
“Questo evento si caratterizza per una modalità di progettazione da replicare – ha sottolineato Sacchi – : diversi curatori culturali che lavorano, fanno ricerca e produzione sulla città che si consorziano scegliendo come palcoscenico luoghi consolidati nella proposta culturale, come Palazzo Strozzi, oppure luoghi nuovi come il cimitero degli Inglesi, che verrà aperto in via straordinaria per un evento artistico. Inoltre rappresenta che ci aiuta a superare il pregiudizio della difficoltà di accostare armonicamente la città con il contemporaneo: si tratta infatti di un festival contraddistinto dagli incroci tra il linguaggio dell’arte visive e la ricerca sulle sonorità e sono sicuro che, anche grazie alla scelta degli spazi scelti, ci offrirà qualcosa di inedito”.
SONIC SOMATIC si apre giovedì 8 ottobre nel cortile di Palazzo Strozzi con Vexations di Erik Satie eseguito da Alessandria Di Nardo. Composto nel 1893, Vexations è conosciuto per essere il componimento musicale più lungo della storia: una partitura breve che si esaurisce in 152 note, scritte su cinque pentagrammi, ma che Satie invitava a suonare per 840 volte (in cima alla partitura originale si legge l’indicazione “Per suonare questo motivo 840 volte, sarebbe bene prepararsi previamente e nel più assoluto silenzio, con serie e scrupolose immobilità”). Eseguito pubblicamente poche volte a partire dalla prima storica di John Cage nel 1963 a New York, Vexations ha sempre messo a dura prova tanto i suoi esecutori quanto il pubblico, con una durata complessiva compresa tra le 9 e le 24 ore. In occasione di SONIC SOMATIC, il brano sarà suonato per la prima volta a Firenze e interamente da una donna. Nel cortile di Palazzo Strozzi Alessandria Di Nardo eseguirà il brano a partire dalle 11, terminando presumibilmente alle 23. Nell’arco delle dodici ore di performance, l’evento si svolgerà su un piano insieme visivo e uditivo in grado di modificare la percezione dello spazio-tempo collettivo e individuale.
Vexations è realizzato grazie al contributo della Fondazione Palazzo Strozzi.
Il giorno successivo, venerdì 9 ottobre, SONIC SOMATIC si sposta all’Osservatorio Astrofisico di Arcetri con la presentazione di un’installazione dell’artista Giacomo Raffaelli e il primo appuntamento di Helicotrema. Festival dell’audio registrato, a cura del collettivo Blauer Hase in collaborazione con Giulia Morucchio.
Per la biblioteca dell’Osservatorio Giacomo Raffaelli ha realizzato Blind Injections, un’installazione audiovisiva che esplora alcuni aspetti specifici – scientifici ma anche antropologici – dell’attività dell’interferometro VIRGO, rilevatore di onde gravitazionali attivo dal 2003 nella provincia di Pisa. Per SONIC SOMATIC l’artista, la cui pratica spesso si concentra sulle forme di misurazione e sugli aspetti collaterali della ricerca scientifica, ha preso in esame il suono come strumento di indagine dell’universo.
La sala circolare con il telescopio ottocentesco dell’Osservatorio di Arcetri ospita invece per la prima volta a Firenze Helicotrema. Festival dell’audio registrato, arrivato quest’anno alla sua quarta edizione. Utilizzando le modalità tipiche di un festival di cortometraggi cinematografici, Helicotrema presenta un programma di opere sonore inedite realizzate da artisti e autori internazionali. Helicotrema si pone l’obiettivo di indagare la possibilità di una forma di ascolto collettiva recuperando quanto accadeva nei primi decenni delle trasmissioni radiofoniche. Per gli spazi dell’Osservatorio vengono proposte due sedute di ascolto sul tema dell’esplorazione e della ricerca scientifica, in relazione con il suono. Alle 18 è in programma “Submarine” sessione d’ascolto collettivo con brani di Anna Raimondo, Isabella Bordoni, Carlo Giordani, Claudio Beorchia; alle 21 sarà la volta di “White Noise” sessione d’ascolto collettivo con brani di Stefano Giannotti, Giacomo Raffaelli, Atau Tanaka, Francesca Grilli, Stijn Demeulenaere, Alberto Tadiello.
Passando a sabato 10 ottobre, in occasione della giornata del contemporaneo, SONIC SOMATIC presenta due sessioni d’ascolto del festival Helicotrema: la mattina alle 11.30 un percorso sonoro in cuffia, “I trasparenti”, all’interno del Cimitero degli Inglesi (con brani di Hildegard Westerkamp, Pauline Oliveros, Alberto Tadiello e James Webb), e la sera alle 21 una seduta di ascolto collettivo al Museo Marino Marini in dialogo con Alfred Jarry Archipelago. HA-HA a cura di Leonardo Bigazzi, ospitato negli spazi del museo. Nella sessione di ascolto al Museo Marino Marini, appositamente curata dal critico e storico del radiodramma Rodolfo Sacchettini, viene proposto un percorso auditivo ispirato ad Alfred Jarry, in cui si alternano opere sonore, audiodrammi, audioteatro, radiodocumentari e paesaggi sonori.
Alle 22.00, sempre al Museo Marino Marini, SONIC SOMATIC presenta in anteprima italiana la performance multimediale “Expanding Illuminance” di Thomas Köner. Prodotto da Les Rencontres Internationales Paris in collaborazione con la Gaîté Lyrique (Parigi), Expanding Illuminance è un viaggio ipnotico tra due visioni del futuro e due utopie, realizzato a partire dalle suggestioni e dai temi di due film della sci-fiction: Metropolis (1927) di Fritz Lang e il film culto degli anni ’80 Tron di Steven Lisberger (performance a pagamento, biglietto acquistabile in prevendita al prezzo di 10 euro)
Le sedute di ascolto di Helicotrema. Festival dell’audio registrato hanno posti limitati, ed è necessaria la prenotazione all’indirizzo sonicsomatic@gmail.com.
(mf)

Programma e info
Giovedì 8 ottobre
Cortile di Palazzo Strozzi
Piazza Strozzi
Dalle 11.00 alle 23.00
Erik Satie: Vexations di Alessandria Di Nardo
INGRESSO GRATUITO
Venerdì 9 ottobre
Osservatorio Astrofisico di Arcetri
Ingresso pedonale via del Pian dei Giullari, 16
L’Osservatorio è facilmente raggiungibile anche in autobus, sia in direzione Piazzale Michelangelo che in direzione Porta Romana
ore 18.00
Helicotrema. Festival dell’audio registrato
a cura di Blauer Hase in collaborazione con Giulia Morucchio
Submarine
Sessione di ascolto collettivo con brani di: Anna Raimondo, Isabella Bordoni, Carlo Giordani, Claudio Beorchia.
INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
ore 19.00
Blind Injections
Installazione site-specific di Giacomo Raffaelli
INGRESSO GRATUITO
ore 21.00
Helicotrema. Festival dell’audio registrato
a cura di Blauer Hase in collaborazione con Giulia Morucchio
White Noise
Sessione di ascolto collettivo con brani di: Stefano Giannotti, Giacomo Raffaelli, Atau Tanaka, Francesca Grilli, Stijn Demeulenaere, Alberto Tadiello.
INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
wine&cocktail Andersen Cafe

Sabato 10 ottobre
Cimitero degli Inglesi
Piazzale Donatello
ore 11.30
Helicotrema. Festival dell’audio registrato
a cura di Blauer Hase in collaborazione con Giulia Morucchio
I Trasparenti
Percorso sonoro in cuffia con brani di: Hildegard Westerkamp, Pauline Oliveros, Alberto Tadiello e James Webb
INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Museo Marino Marini
Piazza San Pancrazio
ore 21.00
Helicotrema. Festival dell’audio registrato
Sessione d’ascolto collettivo a cura di Rodolfo Sacchettini
INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
ore 21.30
Expanding Illuminance
Performance audio-video di Thomas Köner
€ 10 ACQUISTABILE IN PREVENDITA

TRIAL VERSION è un progetto urbano nato a Firenze nel 2011, che individua e riattiva spazi architettonici caduti in disuso, convertendoli temporaneamente in luoghi espositivi a disposizione di giovani artisti, per la realizzazione di interventi site-specific. Tra le istituzioni cittadine dedicate all’arte contemporanea con cui ha collaborato vi sono: Accademia di Belle Arti di Firenze, Fondazione Studio Marangoni, FUA Florence University of Art, Xenos Arte Contemporanea, Vivaio del Malcantone.
trialversionproject.com
INTERNATIONAL FEEL dal 2012 organizza eventi che uniscono musica e performance video di alcuni fra i più interessanti artisti del panorama musicale contemporaneo. Tra il 2012 e il 2013 INTERNATIONAL FEEL, in collaborazione con il Museo Marino Marini di Firenze, ha prodotto le prime due edizioni di Live at the Museum, ciclo di eventi che hanno visto Alva Noto, Fennesz, Mouse on Mars, Sic Alps, Nurse With Wound, Andy Stott, Murcof e Kangding Ray esibirsi in un contesto inusuale e suggestivo come lo spazio museale fiorentino.
internationalfeel.it

ARTISTI
ALESSANDRIA DI NARDO (Montréal – Canada, 1989) concertista e docente di pianoforte. Diplomatasi in pianoforte a diciotto anni con Luba Zuk, entra poi nella facoltà di musica dellʼuniversità McGill. Lì si dedica pienamente allo studio del pianoforte con Marina Mdivani, allieva di Emil Gilels. Nel 2012 si trasferisce a Firenze per studiare pianoforte con Mº Giuseppe Fricelli al Conservatorio di Musica Statale “Luigi Cherubini” dove, nel 2015, compie gli studi del Diploma Accademico di II Livello. In Italia, partecipa a numerosi concorsi nazionali riportando risultati notevoli e premi speciali come solista e come musicista da camera. Si esibisce come solista, solista con orchestra, e come musicista da camera in concerti e festival importanti in Italia, Inghilterra, Francia, Malta, Ungheria, Danimarca e la Repubblica Ceca.
BLAUER HASE (Venezia, 2007) è un collettivo artistico fondato da Mario Ciaramitaro, Riccardo Giacconi, Giulia Marzin, Daniele Zoico, con lo scopo di proporre forme artistiche sperimentali di produzione e di fruizione. Tra i suoi progetti: Helicotrema. Festival dell’audio registrato, realizzato in collaborazione con Giulia Morucchio, e Paesaggio una pubblicazione periodica sul tema del paesaggio che raccoglie contributi in forma di testo di artisti internazionali.
GIACOMO RAFFAELLI (Rovereto, 1988) è un artista visivo. Si forma presso Camberwell College of Arts di Londra e dal 2013 ha partecipato a mostre collettive in Italia e all’estero presso Camberwell Space (Londra), “untitled”BCN (Barcellona), Galleria Civica di Trento e Viafarini DOCVA (Milano). Inoltre ha presentato film e performance presso Mart – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, South London Gallery (Londra), L.E.S. – Local Experimental Society, (Almaty, Kazakistan), Centrale Fies (Trento), Villa Romana (Firenze) e Hotel Pro Forma (Copenhagen). L’artista è attualmente in residenza presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea.
THOMAS KÖNER (Germania, 1965) è un artista multimediale il cui lavoro si focalizza principalmente nella realizzazione di installazioni, performance musicali, video e fotografie. Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti internazionali come il Golden Nica del Prix Ars Electronica (Linz), Transmediale Award (Berlino), Tiger Club Award al Festival Internazionale del Film di Rotterdam, Best Young Artist ARCO (Madrid); Thomas Köner ha prodotto opere musicali su commissione per l’Auditorium du Musée du Louvre, per il Musée d’Orsay e per il Centre Pompidou. Le sue opere sono presenti nelle collezioni di alcuni dei musei più importanti del mondo come il Centre Pompidou di Parigi e il Musée d’art contemporain di Montréal. Nel 2012 Thomas Köner è stato nominato per il prestigioso Nam June Paik Prix.

SONIC SOMATIC
è un progetto di
Trial Version e International Feel
in collaborazione con Blauer Hase e Giulia Morucchio
realizzato nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2015
organizzata dal Comune di Firenze
in collaborazione con
Fondazione Palazzo Strozzi
Museo Marino Marini
INAF – Osservatorio Astrofisico di Arcetri
AAAA Associazione Astronomica Amici di Arcetri
Cimitero degli Inglesi
progetto grafico
Miloš Bogojević
partner
Andersen Cafe
Per info e prenotazioni scrivere a sonicsomatic@gmail.com

Lascia un commento