La rivoluzione rossa, il futuro del pomodoro tra tracciabilità, genetica e difesa fitosanitaria

Agrisicilia

Da sx: G. Polizzi e M. Mirabella

È stato presentato questa mattina in conferenza stampa nella nella sede del Consorzio Promoter Group, alle porte di Vittoria, il 1°International Symposium on Tomato Genetics for Mediterranean Region, organizzato da Agrisicilia, mensile leader in Sicilia nella comunicazione e informazione in agricoltura. Massimo Mirabella, direttore di Agrisicilia, e Gianni Polizzi (Consorzio Promoter Group) hanno illustrato il programma del convegno che metterà a confronto esperti israeliani e italiani sui temi della genetica, della difesa fitosanitaria e della tracciabilità del pomodoro nel bacino del Mediterraneo.

Numerosi i nomi di rilievo internazionale che, per la prima volta, siederanno insieme per approfondire le emergenze affrontate da ricercatori, tecnici e produttori.
«Nutrita la partecipazione di ricercatori e docenti – ha dichiarato Mirabella – Da Haim Rabinowitch dell’Università di Gerusalemme, che traccerà il futuro del pomodoro rosso, al famoso Moshe Lapidot dell’Istituto israeliano di ricerca Volcani che toccherà un tema molto sentito dai produttori locali: le resistenze al virus TYLCV e il problema della mosca bianca».Il Gruppo Orto wic di Assosementi sarà presente con una sessione dedicata al miglioramento varietale e all’esperienza del progetto “Road to quality”.
“Con loro – continua Mirabella – numerosi docenti universitari: l’intervento di Antonia Carlucci dell’Università di Foggia tratterà di malattie fungine, Assunta Bertaccini della Alma Mater Università di Bologna e Walter Davino dell’Ateneo di Palermo toccheranno i temi della fitoplasmosi e delle malattie virali che minacciano il pomodoro nel prossimo futuro; a Francesco Giuffrida dell’Università di Catania che affronterà il tema della fertirrigazione. Ma si parlerà anche di ultimi dati produttivi e di consumi con Luciano Trentini, vicepresidente di Areflh, l’Associazione delle regioni ortofrutticole europee”.

L’intero evento si tiene a porte chiuse e la partecipazione è riservata. Al convegno sono state invitate 180 aziende leader nel settore della produzione in serra di pomodori e ortaggi. Le aziende interessate a candidarsi per partecipare gratuitamente in qualità di ospiti potranno inviare una richiesta via email a: desk@pomodorosicilia.it. Per informazioni: pomodorosicilia.it.

Il convegno internazionale, come ha sottolineato Gianni Polizzi, sarà anche l’occasione per inaugurare un Centro convegni dedicato all’agricoltura, il primo in Italia, che sarà affiancato da alcuni servizi alle imprese del settore.

9 su 10 da parte di 34 recensori La rivoluzione rossa, il futuro del pomodoro tra tracciabilità, genetica e difesa fitosanitaria La rivoluzione rossa, il futuro del pomodoro tra tracciabilità, genetica e difesa fitosanitaria ultima modifica: 2015-10-01T19:09:11+00:00 da INPress
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento