La Valle più dipinta di Italia è nel cuore del Melandro

Uno scrigno d’arte all’aperto, quello dei dipinti “murali” lungo le antiche vie cittadine, che da anni unisce i Comuni di Satriano di Lucania, Sant’Angelo Le Fratte e Savoia di Lucania grazie all’Associazione Artistica culturale “Arte per la Valle”.

“Un patrimonio artistico di circa 400 opere – ha detto Luciano La Torre, Presidente dell’Associazione Artistica Culturale – continua ad impreziosire la Valle del Melandro con altre 40 opere in fase di realizzazione, corredate da interventi di conservazione e restauro delle opere delle edizioni precedenti. I lavori saranno ultimati per il prossimo mese di settembre”.

Nel cuore del Melandro l’arte dei dipinti murali racchiude storia, tradizioni e cultura. A Satriano di Lucania, primo centro ad aver dipinto le mura delle abitazioni ed anche quello con maggior numero di opere, riflettori puntati sulla figura arborea del “Rumita” in Corso Trieste e sul peperoncino al Piazzile. Ma non è tutto a Sant’Angelo le Fratte spazio alla memoria storica del vescovo “J. Caramuel” in Via Cupa e a Savoia di Lucania altri dipinti in programmazione.

“Le opere, tutte di grandi dimensioni – ha aggiunto il Presidente La Torre – consolidano l’operato di grandi artisti con oltre 30 anni di esperienza. Un’operazione resa possibile attraverso il recupero ‘visivo’ della storia, delle tradizioni, della religiosità, delle leggende e della cultura popolare. Un lavoro artistico che si rafforza con la sperimentazione delle tecniche e dei prodotti più compatibili ai supporti murari, adatti a conservare le opere nel tempo. I dipinti murali sono ormai diventati delle opere d’arte di grande qualità artistica che con le loro grandi dimensioni si inseriscono in perfetta armonia scenografica nelle architetture preesistenti arredando e decorando. Il patrimonio muralistico e scultoreo della “valle più dipinta d’italia” rappresenta oggi un modello unico ed originale poiché ha reso vitale le vie cittadine diventando un’azione di promozione turistica locale che intreccia la storia con la tradizione dei luoghi, ricchi di cultura. Oggi è anche una concreta risorsa per la vita e il futuro delle giovani generazioni”.

“Le giornate dedicate ai dipinti Murali – ha proseguito La Torre- rappresentano per i tre comuni della Valle un appuntamento culturale di grande spessore che ha avuto e deve continuare ad avere un grande rilievo nell’agenda di governo. Sento il dovere di ringraziare i sindaci, l’Ente provinciale del turismo, il Gal, l’Area Programma e la Regione Basilicata, ma soprattutto gli artisti, che si sono avvicendati dal 1988 ad oggi ed hanno collaborato alla realizzazione di un progetto (la Valle più dipinta d’Italia) di grande respiro culturale riconosciuto a livello nazionale ed internazionale”.

I maestri impegnati nelle ultime operazioni sono: Luciano La Torre, presidente di “Arte per la Valle” e promotore dei dipinti murali dal 1988 a tutt’oggi da Napoli (originario di Satriano di Lucania); Sabato Rea (Cercola NA) vicepresidente; Francesco Costanzo (Fiuggi FR); Gian Carlo Costantini (Mira VE); Virgilio del Guercio di Augusburgo in Germania (originario di Calabritto SA); Vincenzo Amodeo (Sant’Angelo le Fratte PZ); Tiziana Bruno (Satriano di Lucania PZ); Mariella Gagliardi (Satriano di Lucania PZ); Lucio Rofrano (PZ).

Le ultime opere sono state finanziate dal “Psr Basilicata 2007-2013-misura 331- incentivazione di attività turistiche e da intervento 1.1. A dell’asse IV “Valorizzazione dei beni culturali e naturali del P.O. Fesr 2007/2013”.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Valle più dipinta di Italia è nel cuore del Melandro La Valle più dipinta di Italia è nel cuore del Melandro ultima modifica: 2015-09-16T02:11:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento