Camposampiero, la ventenne Francesca Vedovato morta dopo essere volata mentre stava scalando la Sisilla

Francesca Vedovato, alpinista di 25 anni, ha perso la vita dopo essere volata per oltre 50 metri mentre stava scalando la Sisilla, lungo la parete che sovrasta il rifugio di Campogrosso.

Francesca Vedovato, ventenne di Camposampiero, si stava arrampicando con il fidanzato. E’ precipitata dal Coston della Sisilla, alta parete panoramica del Gruppo del Sengio Alto. Il Soccorso alpino di Recoaro-Valdagno è stato allertato dal 118, chiamato dal compagno della giovane che si trovava con lei al momento dell’incidente. I due erano saliti sulla Sisilla, una parete alta 120 metri la cui cima è raggiungibile agevolmente lungo un sentiero che termina con un breve tratto attrezzato, dove si trova una statua della Madonna circondata da corde di protezione.

La coppia si era poi spostata su uno spuntone di roccia lì vicino e, al momento di percorrere a ritroso i 2-3 scalini di roccia, la ragazza era scivolata, rotolando per alcuni metri e precipitando nel vuoto fino alla base. Inutile l’intervento dell’elicottero di Verona emergenza. Il medico, sbarcato nelle vicinanze, ha potuto constatare il decesso.

9 su 10 da parte di 34 recensori Camposampiero, la ventenne Francesca Vedovato morta dopo essere volata mentre stava scalando la Sisilla Camposampiero, la ventenne Francesca Vedovato morta dopo essere volata mentre stava scalando la Sisilla ultima modifica: 2015-09-16T19:39:31+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento