Roma, Garofano Verde al Teatro India la XXII edizione

La storica rassegna di scenari di teatro omosessuale torna, in una sintetica edizione di tre serate, ospitata dal Teatro di Roma nella sua sede dedicata alla sperimentazione e alle avanguardie.
Tre serate, si diceva, per tre tragedie che ripropongono la ricerca di idee, lavori, approfondimenti teatrali sempre in tema col pensiero, col contenzioso, col fenomeno non detto o dibattuto dell’omosessualità. Rappresentazione, dicibilità e normalizzazione della diversità (termine utilizzato per esclusivo riflesso linguistico) sono i punti di vista attraverso cui si giocano gli atti e le parole dei tre reading portati in scena in questa forma, in attesa di una traduzione in spettacoli finiti.
Garofano verde è ideato e curato da Rodolfo di Giammarco.

Programma

15 settembre reading La donna nell’uomo da “Orgia” di Pier Paolo Pasolini, a cura di Licia Lanera.

“Infatti cara, soffocato da tutta la vita che c’è nel mio corpo,
io sono preso dalla decisione di dar morte per morire”.

Parte da qui, dalla lettura di queste parole di Pasolini, il percorso che porta l’autrice a ritrovarsi “come donna e come artista”. “Mi ha interessata in questo testo – spiega Lanera – il fatto che l’aspetto sadomasochistico della coppia è pretesto per parlare del rapporto della diversità, esistenziale, con la storia e a questa tragedia esistenziale, si associa una riflessione sul linguaggio, cioè la negazione della lingua parlata in favore di quella del corpo”.

16 settembre work in progress Masculu e fìmmina di e con Saverio La Ruina.
Un uomo semplice al cimitero parla con la madre – che non c’è più -, si racconta a lei, le confida la sua omosessualità, l’esistenza intima che viveva e che vive. Non l’ha mai fatto, prima. Certamente questa mamma ha intuito, ha assorbito, ha capito tutto in silenzio. Senza mai fare domande. Con infinito, amoroso rispetto. Arriva così, finalmente, la sensazione d’essere liberi di dire.

17 settembre Reading Geppetto e Geppetto di e con Tindaro Granata.
Le rivendicazioni di un figlio ormai adulto per la difficile vita in una famiglia “non normale”. Una famiglia formata da due uomini che il figlio desiderato se lo costruiscono (come una coppia di Geppetti) e lo amano. Ma questo non basta a mettere il figlio al riparo dalla sofferenza. Lo scontro padre-figlio è crudo fino alla brutalità. E poi il perdono si fa strada, come in una famiglia “normale”.

Lascia un commento