Il Brasile ha annunciato tasse e taglio della spesa per 65 miliardi di real

A spingere il Paese alla maxi manovra la declassazione dei titoli del suo debito pubblico trattati come “spazzatura” da Standard and Poor’s. Il Brasile ha annunciato un piano di rientro del deficit pari a 15 miliardi di euro.

Tra le misure, la riattivazione dell’impopolare tassa CPMF sulle transazioni finanziarie, da cui il Governo si attende poco meno della metà di quanto serve, 32 miliardi di di real. Il resto saranno tagli ai sussidi all’agricoltura, ai piani di investimento alle infrastrutture e ai salari e bonus dei dipendenti pubblici.

Lascia un commento