Roma, donare il sangue può salvare una vita. Il sindaco Marino dà l’esempio

Roma sindaco donazione sangue“È molto importante donare il sangue, soprattutto in un città come Roma, dove purtroppo il numero dei donatori è inferiore alle esigenze”, ha dichiarato il sindaco di Roma Ignazio Marino che stamattina si è recato a donare il sangue all’ospedale Sant’Andrea.

Negli ultimi mesi il Centro Nazionale Sangue, a seguito della situazione di carenza, ha lanciato un appello alla solidarietà dei cittadini e promosso molte iniziative di sensibilizzazione sul tema.

“L’assenza di una sacca di sangue – ha spiegato il primo cittadino – significa, magari, dover rimandare un intervento per un tumore. A Roma ogni anno mancano circa 30mila sacche di sangue e questo vuol dire che dobbiamo importarle da altre Regioni, con un costo superiore ai 5 milioni di euro annui. L’importante è che nessun intervento e trattamento venga rimandato per una carenza che sarebbe facilmente risolvibile con un gesto che dura pochi minuti”.

Inoltre, ha aggiunto Marino, Roma offre la possibilità a chi dona e a un suo accompagnatore di andare per un mese gratis in uno dei musei della Capitale.

Il Sindaco ha quindi rivolto un appello ai romani: “Donate perché è importante per le persone malate, e le persone malate possono essere familiari, amici, parenti cari, una sacca di sangue può salvare una vita”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, donare il sangue può salvare una vita. Il sindaco Marino dà l’esempio Roma, donare il sangue può salvare una vita. Il sindaco Marino dà l’esempio ultima modifica: 2015-09-10T18:25:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento