Palagonia, lite con i vicini trentenne li ferisce a fucilate

L’ennesimo litigio con i vicini, proprietari del terreno confinante al suo, è sfociato in una sparatoria. Il catanese di 37 anni ha sparato con un fucile ferendo due persone.

L’uomo di Palagonia è stato arrestato per lesioni personali aggravate, detenzione illegale di arma da fuoco, sparo in luogo pubblico e ricettazione.

La lite è nata tra il trentenne e quattro persone; tra le due fazioni da tempo si registravano dissapori.

Le grida si sono fatte sempre più forti, fino a quando l’uomo ha imbracciato il fucile e ha esploso alcuni colpi contro i quattro. Due di loro, uno di 45 e un altro di 50 anni, sono stati raggiunti dagli spari.

Portati in ospedale, hanno ottenuto una prognosi di sette giorni.

Il 37enne, fermato dai carabinieri, era in possesso di un fucile Beretta da caccia con canna sovrapposta calibro 12, risultato rubato nel 2004 a Caltagirone, che è stato sequestrato.

Successivamente sono state trovate 15 cartucce dello stesso calibro del fucile, illegalmente detenute, che sono state anch’esse sequestrate.

Lascia un commento