Lumezzane, Bruno Caprioli uccide a coltellate la moglie Natalina Badini poi tenta il suicidio

accoltellamentoAncora un grave fatto di sangue in provincia di Brescia. Dopo l’omicidio suicidio di Lonato, un altro femminicidio è avvenuto a Lumezzane. Bruno Caprioli, 76 anni, ha ammazzato a coltellate la moglie Natalina Badini, 70 anni. In preda alla disperazione il pensionato ha poi tentato il suicidio ingerendo alcune pastiglie. E’ successo a Lumezzane.

Bruno Caprioli è stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva. La donna era malata da tempo.

L’uomo dopo aver tolto la vita alla moglie ha contattato telefonicamente il figlio. “Ho ucciso la mamma”, avrebbe detto prima di tentare di farla finita.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento